Il Primato Nazionale mensile in edicola

Catania, 11 dic – Dicembre, una stagione insolita per gli sbarchi. Il freddo, il mare grosso e il brutto tempo dovrebbero scoraggiare le traversate. Invece non è così. Dopo un periodo di relativa calma, l’arrivo di clandestini sta ricominciando. Con l’aggravante dell’aumento dei naufragi, dovuti alle condizioni sempre peggiori del mare.

A novembre Frontex lo aveva previsto, gli sbarchi sarebbero ripresi. Si pensava non fosse così, visto l’inverno. E invece avevano ragione. I porti siciliani di Catania, Augusta e Trapani vedranno oggi l’arrivo di 623 persone in totale. Già questa mattina a Catania sono sbarcati in 76, dalla nave Zeffiro della marina militare italiana. Solo un siriano a bordo, gli altri sono tutti egiziani. Sabato mattina, a Pozzallo erano arrivate 78 persone, e tra loro c’erano 58 uomini di nazionalità tunisina e algerina, per il resto tutti minori e una sola donna.

La composizione delle persone a bordo di gommoni e imbarcazioni che Guardia Costiera e ong soccorrono nelle acque del Mediterraneo dimostra, ancora una volta, come sempre meno persone che si mettono in viaggio e chiedono lo status di rifugiato provenga da Paesi dove si rischia la pelle.

In giornata la nave militare britannica Hms Echo consegnerà al porto di Trapani 97 migranti. Ma è ad Augusta che si attende lo sbarco più imponente. 450 persone, caricate sulla nave Aquarius della ong Sos Mediterranée, con a bordo 450 persone. L’arrivo è previsto in tarda serata, e a bordo sono presenti molti bambini e molte donne incinte, trovate in precarie condizioni nel momento dei soccorsi. Una di loro è al nono mese di gravidanza.

I 450 clandestini sono stati salvati dalle gelide acque del Mediterraneo tra sabato e domenica, in operazioni diverse da Proactiva Open Arms e da navi mercantili e sono stati poi trasferiti sulla nave dell’ong. Si tratta di persone di 26 diverse nazionalità, tra cui molti arrivano da Eritrea, Siria, Libia, Costa d’Avorio, Senegal, Guinea Conakry, Pakistan.

Anna Pedri

 

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. ……”In giornata la nave militare britannica Hms Echo consegnerà al porto di Trapani 97 migranti. ..”
    …” in operazioni diverse da Proactiva Open Arms e da navi mercantili e sono stati poi trasferiti sulla nave dell’ong. ..”

    ……alle navi di bandiera non italiana non sfiora, per nulla, l’idea di scaricarli nei loro porti nazionali…

    https://it.wikipedia.org/wiki/Operazione_Triton

Commenta