Il Primato Nazionale mensile in edicola

Messina, 23 nov – 21 anni, studente, appena eletto nelle liste di Forza Italia in Sicilia. Indagato per riciclaggio. È Luigi Genovese, figlio del più noto Francantonio, deputato ex Pd poi FI, già condannato a 11 anni per corruzione legato allo scandalo della formazione professionale in Sicilia. Il giovane Luigi ha ottenuto il record di preferenze, oltre 17mila, alle ultime elezioni dell’Ars, l’Assemblea Regionale Siciliana, ed è il quarto neodeputato della Regione a finire inquisito. Molti in campagna elettorale puntavano il dito contro di lui bollandolo come un “impresentabile” delle liste di Musumeci per via dei guai giudiziari dei genitori. Ma lui ha ottenuto il voto di 17.359 siciliani.

Sangue di Enea Ritter

Stando alle accuse il baby deputato avrebbe avuto un ruolo determinante nelle operazioni societarie fatte dal padre Francantonio per riciclare circa 30 milioni di euro. La maxi inchiesta è nata quasi per caso a Milano, ed era partita per indagare su una filiale di una banca in Svizzera da cui sono emersi i conti dei ricchi italiani. I finanzieri hanno scoperto il giochetto, abbastanza semplice. Dopo essere stato condannato a 11 anni Francantonio aveva intestato tutto al figlio Luigi su conti esteri: in Svizzera, presso il Credit Suisse, c’è un conto dei Genovese con oltre 15 milioni di euro.

Black Brain

Il Comando Provinciale di Messina sta quindi procedendo all’esecuzione del sequestro di società di capitali, conti correnti, beni mobili ed immobili, ed azioni. Tutte riconducibili alla famiglia Genovese. Nel registro degli indagati risultano iscritti anche la moglie di Genovese, Chiara Schirò, e il cognato Franco Rinaldi, deputato uscente all’Ars, e Marco Lampuri. Nel dettaglio Luigi Genovese funge da “prestanome e beneficiario”, affinchè il padre potesse “sottrarsi al pagamento di imposte sui redditi e sul valore aggiunto” e di “interessi e sanzioni amministrative comminate dalla Commissione Tributaria” per un ammontare complessivo di oltre 16 milioni di euro.

Anna Pedri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

Commenta