Roma, 18 feb – “Chi governa va processato“. Tre sindaci del Movimento 5 StelleChiara Appendino, Filippo Nogarin e Virginia Raggi – tutti a loro volta coinvolti in inchieste giudiziarie, sono a favore dell’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno Matteo Salvini per il caso Diciotti.

“Le responsabilità, anche quelle politiche, devono restare personali. E’ giusto consentire che siano i giudici ad esprimersi“, affermano i tre primi cittadini al “quotidiano di partito”, Il Fatto Quotidiano.

“Ritengo corretto che ad esprimersi nel merito siano i giudici nei diversi gradi di giudizio”, spiega il sindaco di Torino, Appendino, aggiungendo che secondo il nostro ordinamento il “luogo corretto” per difendersi dalle accuse sono le aule di Tribunale e “credo che questo debba valere per tutti”.

Negare l’autorizzazione a procedere nei confronti di un ministro significa rendere insindacabile il suo operato e questo rende, di fatto, questo ministro più uguale degli altri”, osserva il sindaco di Livorno Nogarin (noto per le sue iniziative pro immigrazione e accoglienza, come le sue colleghe) ribadendo che “ci si difende nei processi e non dai processi“.

Infine il sindaco di Roma Raggi afferma: “Io non dico agli altri che cosa debbano fare. Posso dire però che io un processo l’ho affrontato a testa alta e sono stata assolta“.
“Le responsabilità, anche quelle politiche – conclude – , devono restare personali”.

L’ala più a sinistra e giustizialista dei pentastellati sarà in fermento per questo endorsement. Staremo a vedere quanto inciderà sul voto online di oggi da parte della base pentastellata.

Adolfo Spezzaferro

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

2 Commenti

  1. Tre ex comunistoidi falliti, inadeguati ed ipocriti,senza dignità e privi di spina dorsale…….. eletti poiché intorno a loro c’era il vuoto pneumatico totale e piuttosto che rivotare un piddino marziano e senza speranze i cittadini, disperati, hanno pensato di votare il male minore……..non sapendo di eleggere immigrazionisti , pro ermafroditi e anti italiani che farebbero invidia al più integralista dei cortigiani sorosiani………..codardi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here