Roma, 18 feb – “Chi governa va processato“. Tre sindaci del Movimento 5 StelleChiara Appendino, Filippo Nogarin e Virginia Raggi – tutti a loro volta coinvolti in inchieste giudiziarie, sono a favore dell’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno Matteo Salvini per il caso Diciotti.

“Le responsabilità, anche quelle politiche, devono restare personali. E’ giusto consentire che siano i giudici ad esprimersi“, affermano i tre primi cittadini al “quotidiano di partito”, Il Fatto Quotidiano.

“Ritengo corretto che ad esprimersi nel merito siano i giudici nei diversi gradi di giudizio”, spiega il sindaco di Torino, Appendino, aggiungendo che secondo il nostro ordinamento il “luogo corretto” per difendersi dalle accuse sono le aule di Tribunale e “credo che questo debba valere per tutti”.

Negare l’autorizzazione a procedere nei confronti di un ministro significa rendere insindacabile il suo operato e questo rende, di fatto, questo ministro più uguale degli altri”, osserva il sindaco di Livorno Nogarin (noto per le sue iniziative pro immigrazione e accoglienza, come le sue colleghe) ribadendo che “ci si difende nei processi e non dai processi“.

Infine il sindaco di Roma Raggi afferma: “Io non dico agli altri che cosa debbano fare. Posso dire però che io un processo l’ho affrontato a testa alta e sono stata assolta“.
“Le responsabilità, anche quelle politiche – conclude – , devono restare personali”.

L’ala più a sinistra e giustizialista dei pentastellati sarà in fermento per questo endorsement. Staremo a vedere quanto inciderà sul voto online di oggi da parte della base pentastellata.

Adolfo Spezzaferro

Commenti

commenti

2 Commenti

  1. Tre ex comunistoidi falliti, inadeguati ed ipocriti,senza dignità e privi di spina dorsale…….. eletti poiché intorno a loro c’era il vuoto pneumatico totale e piuttosto che rivotare un piddino marziano e senza speranze i cittadini, disperati, hanno pensato di votare il male minore……..non sapendo di eleggere immigrazionisti , pro ermafroditi e anti italiani che farebbero invidia al più integralista dei cortigiani sorosiani………..codardi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here