Roma, 16 ott – La campagna contro l’utero in affitto e le adozioni gay lanciata da Pro Vita e Generazione Famiglia ha colpito nel segno. I manifesti “choc” affissi a Milano, Roma, Napoli e Torino, raffiguranti due uomini intenti a spingere un carrello della spesa con dentro un bambino disperato (con il codice a barre disegnato sul torace) e la scritta “due uomini non fanno una madre”, hanno causato la levata di scudi di tutti i sostenitori dei “diritti” Lgbt. In primis del sindaco di Torino Chiara Appendino, sempre in prima linea sul riconoscimento dei figli delle coppie gay: “Due persone che si amano fanno una #famiglia. Continuerò le trascrizioni e non smetterò di dare la possibilità a questo amore di realizzarsi. Un abbraccio”, è stato il tweet di risposta dell’esponente 5 Stelle.

Non poteva mancare ovviamente l’intervento della senatrice Pd Monica Cirinnà, firmataria della legge sulle “unioni civili”: “Ancora manifesti contro diritti delle persone. Lo sa Virginia Raggi che esiste il codice etico di #RomaCapitale?”, ha twittato l’esponente dem, scegliendo di pungolare la “sindaca” di Roma e spronarla nel seguire l’esempio della collega torinese. “Li faccia rimuovere subito e faccia una telefonata a Chiara Appendino per farsi spiegare cosa deve fare un sindaco contro le discriminazioni”.

Alle dichiarazioni della senatrice simbolo delle battaglie Lgbt nelle sedi istituzionali hanno risposto Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidenti delle due associazioni del Family Day: “Cirinnà si permette di ordinare la rimozione di manifesti affissi nel totale rispetto della legge, e lo fa auto-attribuendosi un ruolo di poliziotta del MinCulPop Lgbt contro i bambini. Noi a differenza di altre campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica a firma Lgbt, mostriamo solo la verità dei fatti. E poi la senatrice ha sbagliato valutazione: la nostra campagna è per i diritti dei bambini che non hanno voce, non contro i diritti di qualcuno”.

Davide Romano

Commenti

commenti

10 Commenti

  1. ….evitare le adozioni ‘gay” ..evitare che i ”migranti” inondino la terra di figli…il pianeta è saturo, non ne può più…..fermare la degenerazione prima che sia troppo tardi…..attuare il controllo delle nascite è l’unica soluzione, prima che sia la fine del pianeta..

    http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/terra_poli/2018/10/15/i-mammiferi-non-sfuggiranno-alla-sesta-estinzione-di-massa-_aafcc199-bae8-4adf-95ef-9288819015f6.html

  2. Si vergogni,comunistoide parziale ed indegna di parlare………non gliene frega niente degli italiani e delle famiglie etero…….a questa interessano soli sodomiti, saffiche e mezze peripatetiche varie……..che schifo.

  3. La Cirinna quando era la comune di Roma difendeva il diritto dei cuccioli dei cani di restare almeno 2 mesi con la madre per il loro equilibrio.Non si è mai espressa cosi’ a favore dei bimbni umani strappati alle madri;forse per lei valgono meno dei cani??

  4. Cioè, non si può più pensarla diversamente? A questo siamo arrivati? Anche a prescindere dall’argomento specifico.

  5. Degrado totale. Cosa faranno tutte le belle famiglie arcobaleno quando a comandare in Europa ci saranno gli Islamici? Avanti così, che avremo di che divertirci.

  6. Soltanto l’ odio di un demone potrebbe concepire il disegno di consegnare un minore innocente e indifeso ad una coppia di Busoni pederasti sodomiti!!! La foto di quella comunista sembra scattata alla sua anima perversa e astiosa!!! Il manifesto è eloquente e agghiacciante al tempo stesso! Può fare concorrenza all’ “Urlo” di Munch! Della serie: al peggio non c’è limite! Giù le mani dai bambini! Un tale, poi messo in croce, diceva che chiunque scandalizzi uno di questi piccoli, sarebbe meglio per lui legarsi una macina al collo e buttarsi in mare!!! Meditate!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here