New York, 28 nov – Danny Elfman è il compositore dietro la celebre sigla iniziale dei Simpson che da ormai da trent’anni è sinonimo di divertimento. Purtroppo, però, le ultime serie hanno visto un calo drastico di ascolti e secondo quanto riferisce lo stesso Elfman, quella in lavorazione potrebbe essere l’ultima serie per la famiglia gialla.

“Stupito che sia durato così tanto”

Nel corso di un’intervista rilasciata alla testata Joe, il compositore (che tra le altre cose ha composto le colonne sonore di tutti i film di Tim Burton), ha dichiarato che lo show ideato da Matt Groening, giunto alla trentunesima edizione,  sarebbe vicino alla sua ultima serie. “Da quanto ho sentito” ha dichiarato Elfman “lo show sta per finire. Non mi è stato confermato ufficialmente ma sembra che questo sarà l’ultimo anno della serie». “Sono molto stupito che sia durato così tanto” dice ancora Elfman dello show. “Quando ho scritto la colonna sonora dei Simpsons, quel brano fuori di testa, pensavo che non l’avrebbe mai ascoltato nessuno perché credevo che lo show non avrebbe avuto alcun successo”.

Il politicamente corretto ha ucciso l’humour

D’altronde, l’umorismo politicamente scorretto dei Simpson ha perso smalto, ultimamente, vittima della censura talebana antirazzista che vede negli stereotipi (come il personaggio di Apu) un’offesa ad alcune minoranze. Dimenticando che lo stesso Homer è uno stereotipo sull’americano medio: ignorante, dipendente dalla tv, amante del cibo spazzatura, spaccone e un po’ tonto. E come dimenticare, poi, le critiche ricevute dagli stessi fan per l’episodio West wing story che metteva alla berlina il presidente Usa Donald Trump? Su YouTube i fan dei Simpsons hanno fatto a pezzi l’episodio, definendolo banale e “inorridendo”. “Ricordate quando i Simpson riuscivano a prendere in giro anche i liberali?” commenta qualcuno. “Mi chiedo come mai non ci riescano più”. “Trump è più divertente a prendere in giro i democratici dei Simpson”, commenta qualcun’altro. In passato, come ad esempio nella puntata di Homer contro Bush, alla first lady veniva concesso di essere anche lei un personaggio parlante e pensante e persino sorprendentemente ironico – a differenza del trattamento ricevuto dalla povera Melania Trump. Nella discesa dei Simpson nel cattivo gusto c’è anche questo, la totale mancanza di originalità. E questo sicuramente influisce sulla decisione che li vorrebbe prossimi al canto del cigno.

Ilaria Paoletti

1 commento

  1. Noi siamo stupiti che finisca! Non è che la degenerazione sia finita ad un gradino più basso?
    Non è solo mancanza di originalità.

Commenta