Roma, 3 lug – “Io ce l’ho con quelli che si lamentano che a giocare a pallone è troppo caldo, alle 17:17, alle 19:30, alle 21:45… è dalle 8:00 che c’è da fare sto massetto di cemento e siamo a lavorare per farlo e per portarlo a destinazione. Se venissero qui una giornata, a fare queste cose qui, io dico che preferirebbero giocare a pallone”.

Così Ciccio Graziani (67 anni), campione del mondo ai mondiali di calcio del 1982 – mentre a torso nudo è alle prese con dei lavori di muratura all’esterno della propria abitazione – incalza i calciatori che si lagnano del caldo.

Alessandro Della Guglia

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Bravo Ciccio, ma mettiti un cappellino su quella zucca, non solo gli occhiali… Altrimenti pensiamo che, dopo il filmato, fai lavorare solo gli altri. Da una perfida zebra…

Commenta