Roma, 24 gen – Il generale Francesco Paolo Figliuolo parla della variante Omicron e della curva dei contagi, come riportato dall’Adnkronos.

Figliuolo sulla Omicron: “Può iniziare la discesa”

Francesco Figliuolo è quindi ottimista sulla Omicron. Dovremmo “essere arrivati al plateau della curva”, dice in occasione della visita al centro vaccinale del Portello di Milano. Parla di “buone notizie”, il generale aggiungendo che “si sta andando in discesa, speriamo che questo sia il trend consolidato”. Aggiungendo poi che “tutto questo è molto legato al buon andamento delle vaccinazioni”. Ancora il generale dichiara: “L’Italia sta facendo molto bene e in questo la Lombardia che rappresenta una bella fetta, di oltre 9 milioni di abitanti, sta facendo egregiamente la sua parte, sia sui cicli primari, sia sui booster, sia sui bambini. Negli ultimi due giorni anche in Lombardia il numero degli ingressi in ospedale è inferiore al numero dei dimessi. Questo fa ben sperare”.

Segnali incoraggianti?

A una domanda sulle quarantene nel mondo della scuola, Figliuolo risponde così: “C’è questo tavolo tecnico che sta guardando anche a quello. Spero che in breve tempo riescano a dare delle risposte anche alle famiglie”. E sulla campagna vaccinale in generale: “La campagna sta andando avanti secondo i ritmi che ci eravamo prefigurati. In questo momento abbiamo superato l’87% di persone totalmente vaccinate e siamo a 30 milioni e 300mila booster su una possibile platea adesso di 39 milioni e mezzo”. Poi la solita manfrina sul fantomatico “modello Italia”: “Siamo visti anche a livello internazionale come un punto di riferimento. Siamo un benchmark e di questo sono orgoglioso, non per me, ma per tutti quelli che stanno lavorando incessantemente da moltissimi mesi per far sì che si possa uscire da questa emergenza”.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta