Roma, 4 gen – Le auto elettriche hanno vissuto un vero e proprio boom nel 2021, come si legge da Tgcom24.

Auto elettriche raddoppiate nel 2021

Le auto ad elettricità dunque, raddoppiano di numero nel 2021 nel nostro Paese. Le vetture a spina Pev (le Plug-in Electric Vehicle, somma di auto elettriche a batteria-Bev e veicoli elettrici ibrido plug-in-Phev) hanno registrato un incremento del 128,34%, con oltre 136mila macchine immatricolate. A rilevarlo è l’associazione Motus-E, che rileva l’immatricolazione di 67.255 auto elettriche a batteria (un aumento del 107% sul 2020) e 69.499 Phev (+153,75%).

Una quota di minoranza, ma in grande crescita

Le auto che vanno a spina sono ancora una minoranza netta nel mercato. Ma sono passate da un 4,33% del 2020 a un 9,35% del 2021: un vero e proprio boom. Solo a dicemvre, le auto Pev immatricolate hanno registrato, secondo Motus-E, “un calo del 13,21% rispetto a dicembre 2020, con 11.833 unita’ vendute. Le vetture elettriche a batteria calano del 15,24%, a 6.158 unita’ immatricolate, mentre le elettriche ibride plug-in diminuiscono del 10,90%, con 5.675 unità immatricolate”. Ma “complice un total market che a dicembre fa registrare minimi storici con solo 87.338 auto vendute, le auto elettriche raggiungono una quota record di mercato del 13,55%”.

Inoltre, al calo delle immatricolazioni in dicembre hanno contribuito “i ritardi di consegna dovuti alla crisi delle materie prime, dei semiconduttori e dei microchip, la possibilità di immatricolare entro giugno 2022 le auto acquistate tramite prenotazione dell’Ecobonus e la fine degli incentivi per auto elettriche, avvenuta ad ottobre 2021, che assieme alla mancata programmazione degli stessi per il triennio a venire preoccupano il mercato e l’intera filiera”.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta