Il Primato Nazionale mensile in edicola

pavlokRoma, 22 mag – Orwell avrebbe potuto inserirlo nella sua distopia: un braccialetto che insegna a non essere spendaccioni a colpi di scosse elettriche. Si chiama Pavlok, in evidente assonanza con il Pavlov dei riflessi condizionati applicati ai cani. E anche per l’umanità occidentale è previsto un futuro da cagnolino sbavante. Si tratta di un braccialetto che dà una scossa elettrica da 340 volt se rileva spese eccessive sul conto corrente. Ma lo si può usare per togliersi qualsiasi “brutta abitudine”: dal fumo al cibo spazzatura. Ovvio: dare una forma a se stessi è blasfemo, meglio ricorrere alle scosse elettriche.

Ovviamente farlo con i soldi è più semplice che farlo con la dieta, basta abbinare il braccialetto al conto in banca e impostare un limite spesa sopra il quale scatti il segnale punitivo. L’intento vorrebbe persino avere aspetti positivi: dato che il pagamento con carta di credito non contempla la scomparsa “fisica” del denaro, molti finiscono per indebitarsi a causa di un effetto psicologico malsano. Ma certo, rendere più responsabili i cittadini in questo modo ha un aspetto piuttosto orwelliano. Intelligent Environments (IE), l’azienda che ha ideato il progetto, “chiede alle banche di offrire ai giovani clienti strumenti specifici per gestire le finanze, dando loro una migliore visibilità di spese e debiti”. Per far funzionare Pavlok, infatti, occorre il benestare degli istituti di credito, che devono dare l’ok al collegamento fra conto in banca e braccialetto.

Il progetto, comunque, sembra piacere: la campagna Indiegogo ha raccolto oltre 250mila dollari su 1.000 richiesti, e mancano ancora due settimane al termine. Intelligent Envinronments ha pensato a una vera e propria piattaforma specifica grazie alla quale sarà possibile aggiungere altri dispositivi – seguendo lo stesso approccio del popolare IFTTT.

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Pubblicato il 25 mag 2016

    An NBC News report that promotes the microchipping of children asserts that it will happen “sooner rather than later” and that Americans will eventually accept the process as something just as normal as the barcode

    Pubblicato il 25 mag 2016

    Un rapporto NBC News che promuove il microchip dei bambini afferma che accadrà “il più presto possibile”, e che gli americani alla fine accettare il processo come qualcosa di altrettanto normale, come il codice a barre.

Commenta