Il Primato Nazionale mensile in edicola

Schermata 2016-03-23 alle 15.43.03La Spezia, 23 mar – La soluzione al problema del terrorismo? Tagliare “teste islamiche”. La proposta non viene da Donald Trump ma un dirigente locale del Pd. A scriverlo sulla sua pagina Facebook è il consigliere comunale spezzino Enrico Conti, avvocato, già vicesegretario del Pd locale e fedelissimo del sindaco Massimo Federici. Questo il testo del post incriminato: “Sinceramente non sono più giovane ma se c’è da tagliare qualche testa islamica per tutelare i miei figli de nada problems basta che mi fate il machete di Tejo..ho vissuto fin troppo diamoci da fare x gli altri e la sicurezza dei bimbi…”. Una frase forte, che peraltro sa molto di millanteria da tastiera, e che per i toni e gli argomenti ricorda quella destra becera che il Pd non cessa di stigmatizzare. Ma, va detto, è anche una reazione di pancia contiche è mille volte preferibile alla melassa politicamente corretta tutta gessetti colorati e hashtag perbenisti.



Peccato che, in seguito alle polemiche suscitate dal post, Conti abbia poi scritto un altro status decisamente contorto, in cui ha sostenuto l’improbabile tesi di un “test” fatto ai suoi contatti Facebook per verificare le loro reazioni, con tanto di immancabile citazione delle solite amicizie musulmane: “Faccio seguito a questo commento ed ad un altro di altra natura sempre postato ieri sera per significare che è mia abitudine su alcuni argomenti postare due linee di pensiero per comprendere l’umore e le tendenze dei miei amici virtuali se poi tra loro ci sono degli speculatori…non è colpa mia…a tal proposito valuterò nelle competenti sedi tali comportamenti….precisando che ho l’onore di vantare amicizie con persone di religione musulmana e non solo che danno un notevole contributo alla nostra collettività”. Risolta alla carlona la questione delle teste da tagliare, ora bisognerebbe concentrarsi sulla punteggiatura. Sempre che anche questo non sia un test.

Black Brain

Giuliano Lebelli

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. COMINCIAMO DAI COLLUSI PROFITTATORI DI CASA NOSTRA !!!

    DOBBIAMO TROVARE IL CORAGGIO DI ELIMINARE IL “TERZO LIVELLO” QUELLI CHE CON ROMA MAFIA CAPITALE E LA ‘NDRANGHETA FINANZIANO IL TERRORISMO !!!

    https://www.linkedin.com/pulse/ndrangheta-narco-terrorist-organization-balestrieri

    DIFENDIAMO LA NOSTRA TERRA ED I NOSTRI FIGLI !!!

    “LA VERITA’ E’ INVIOLABILE, INCORRUTTIBILE, INVINCIBILE”!!!

    SE DIRE LA VERITA’ E’ UN ATTO RIVOLUZIONARIO… EBBENE SI’… VIVA LA RIVOLUZIONE !!!

    RIPRENDIAMOCI L’ITALIA, LA NOSTRA LIRA E DIFENDIAMO LA NOSTRA TERRA!

    “F.D. Guerrazzi e le cospirazioni politiche in Toscana dall’anno 1830 all’anno 1835”:… era il Gennaio del 1831…”Gli uomini, che i nostri oppressori tentano farti aborrire col nome di Liberali, sono quelli i quali vorrebbero le gabelle diminuire, i privilegi sopprimere; fondare e promuovere fabbriche ove tu trovassi il tuo pane quotidiano, instituire scuole ove i tuoi figli gratuitamente imparassero i precetti della morale cristiana, e la istruzione secondo il proprio stato… vorrebbero l’impieghi dati ai migliori senza distinzione di classe, e di stato, vorrebbero infine i Liberali fosse il popolo chiamato ad eleggere come faceva una volta … i tuoi Magistrati i quali saprebbero ordinar leggi uguali al ricco, e al povero e renderti ragione del tuo danaro, e del modo in che lo spesero”… “Popolo ti stringi ai tuoi giovani figliuoli e spera; ancbe il ferro della catena è buono per fare una spada, che percuota i nostri oppressori; vieni, e forse pel nuovo anno potremo sollevare libere le braccia al cielo per ringraziare l’Eterno. Dio aborre il singulto dello schiavo, Dio ama la libertà dei popoli”…

    E’ dal 1833 che noi Liberali e Rivoluzionari “COSPIRIAMO” per Libera Chiesa in Libero Stato. STATO inteso come “RES PUBLICA” una Repubblica del POPOLO TUTTO non una “democrazia” dei TIRANNI di ROMA MAFIA CAPITALE.

    https://www.linkedin.com/pulse/commistione-tra-ndrangheta-e-isis-comandante-giorgio-balestrieri

    L’intervento contro il “Califfato Neo-Nazista” in Siria e Libia e dovrebbe cominciare a casa nostra in Italia contro gli infami mafiosi del “TERZO LIVELLO” che ci “sgovernano”, i mandanti degli atti terroristici che ci hanno portato via Dalla Chiesa, Falcone e Borsellino, i narco-terroristi della ‘Ndrangheta di ROMA MAFIA CAPITALE, Gioia Tauro, Mineo, i campi di “schiavi” di Rosarno, quelli legati alla criminalità Turca e Libica. Con false organizzazioni e “cooperative” con il flusso di esseri umani fanno più soldi che con il narcotraffico e la vendita del petrolio rubato.

    SE DIRE LA VERITA’ E’ UN ATTO RIVOLUZIONARIO… EBBENE SI’… VIVA LA RIVOLUZIONE E DIFENDIAMO LA NOSTRA TERRA!!!

    AL VOTO, AL VOTO E RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA ITALIA E LA LIRA!!!

    VOTIAMO per dare il dovuto rispetto a quelli che hanno servito lo Stato nel rispetto della Costituzione e non del bieco potere politico.

    Giuseppe Mazzini vedeva nel POPOLO il motore della rivoluzione! Oggi o si va uniti al voto – con ogni coalizione che in libertà possa proporre, al POPOLO TUTTO, un proprio programma – o si muore schiavi di Roma Mafia Capitale!

    Ma che fanno al Ministero degli Interni e quello della Giustizia? Per i non eletti che “sgovernando” si rimpastano, se la suonano e se la cantano “Repetita Iuvant”:

    1. DENUNCIAMO quelli che vorrebbero imporre la loro politica becera e corrotta al Presidente del Senato, il PNA Pietro Grasso, che oggi purtroppo conosce bene chi sta’ a quel “Terzo Livello” che lui menziona nel suo libro “Per Non Morire di Mafia”.

    2. ARRESTIAMO i “Ladri della Patria” ed i “Padrini” di Mafia Capitale, sì quelli connesi a Gioia Tauro, Mineo e ai campi di “schiavi” a Rosarno, proprio quelli che con i migranti fanno più soldi che con la droga… i narco-terroristi della ‘Ndrangheta e il crimine organizzato in Turchia e Libia, esseri immondi, che con i proventi del narcotraffico e del petrolio rubato sono i finanziatori del TERRORISMO ISLAMICO dei Califfi di DAESH e dei loro seguaci naziraniani.

    3. RISPETTIAMO i vertici dell’Anti Mafia e della Homeland Security, i “Capitani Ultimo” ed i “Contrada” e quelli che hanno servito lo Stato nel rispetto della Costituzione e non del bieco potere politico. E qui mi ci metto anch’io e lo pretendo, tanto cosa rischio? Un “Brutto Processo” (Stile Giustizia Ventennale Italiana) o un “Funerale” (Stile Ndrangheta o di qualche Califfo naziraniano).

    “Vivo o Morto” vinco sempre io perchè

    “LA VERITA’ E’ INVIOLABILE, INCORRUTTIBILE, INVINCIBILE”

    Comandante Giorgio Balestrieri
    https://www.linkedin.com/in/comandantebalestrieri

Commenta