Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 13 lug – Ricorderete Roy Larner, il tifoso 47enne del Millwall che affrontò a mani nude i terroristi al London Bridge. La sera dell’attentato sul ponte di Londra si trovava con gli amici in un ristorante, quando gli attentatori islamisti hanno iniziato ad aggredire i passanti. “I terroristi gridavano ‘questo è per Allah’ e Islam! Islam!”, spiego al Sun. E lui invece di seguire le indicazioni della polizia inglese, ovvero fuggire e nascondersi, decise di andare a mani nude contro tre terroristi armati di lunghi coltelli. Al grido di “Fottetevi! Io sono del Millwall!” li affrontò direttamente, rimediando ben otto coltellate, ma consentendo agli altri clienti del ristorante di fuggire.



Per tutti divenne così il leone del London Bridge, soprattutto ovviamente per i tifosi del Millwall che promisero di “non fargli mai più pagare una birra al The Den (lo storico stadio della squadra londinese ndr.)”. Un eroe per tutti tranne che per i soliti antifascisti, che lo accusarono di razzismo chiedendone persino l’arresto. La scorsa settimana sui media britannici è comparso un video in cui Larner, passeggiando per strada, si imbatte in una manifestazione antifascista e gentilmente manda a quel paese i dimostranti. Nel video si vede il fan del Millwall affrontare i manifestanti “antirazzisti”.

https://www.youtube.com/watch?v=yWyYfRCbuhM

Eugenio Palazzini

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. mai bellissime le antifa (credo si dica così) sia nazionali che britanniche.
    potrebbero utilizzarle nell’ambito psy-war per spaventare i tagliagole dell’ISIS !

  2. ps
    “wankers” ossia “sparaseghe” con tanto di gesto della mano indirizzato all’antifa “nuovo inglese”…
    era dai tempi dei Sex Pistols che non lo sentivo più ! grandi Millwall’s !

Commenta