Roma, 4 ago – L’impresa di un 62enne francese fa il giro del mondo, soprattutto perché riguarda una straordinaria storia di sopravvivenza. L’uomo è infatti scampato a un naufragio, bloccato all’interno della sua barca, capovolta da una marea, per circa 16 ore, prima e dopo i soccorsi.

L’impresa dell’anziano francese, sopravvissuto 16 ore in una barca capovolta

Si chiama Laurent Camprubi, 62 anni, il protagonista della “impresa francese” di sopravvivenza a un naufragio. L’uomo ha infatti avuto la meglio per 16 ore, in una bolla d’aria di 30 centimetri, all’interno della sua barca a vela, rovesciatasi nell’Oceano Atlantico, a 14 miglia dalle isole Sisargas, nei pressi della regione spagnola della Galizia nord-occidentale. Camprubi era salpato da Lisbona per una traversata in solitaria. Dopo le ore di “resistenza”, è stato soccorso dai sommozzatori della guardia costiera spagnola di Finisterre. Gli stessi soccorritori, poi, hanno descritto come l’operazione come qualcosa “al limite dell’impossibile”.

La dinamica

La barca a vela, 12 metri di lunghezza, aveva lanciato il segnale di soccorso il primo agosto, alle ore 20.23, come riporta Tgcom24. Questo dopo essere salpata domenica mattina da Lisbona. A quel punto sono partite prima una nave di soccorso con i sommozzatori, poi tre elicotteri per aiutare le ricerce. La barca, rovesciata, è stata localizzata mentre il sole calava. Un sommozzatore, salito sullo scafo per cercare segnali di qualsiasi tipo, ha sentito l’uomo all’interno che bussava. Il mare, però, era molto mosso, e tentare un salvataggio era impossibile. Così la guardia costiera ha attaccati dei palloni di galleggiamento per non fare affondare ancora la barca, aspettando fino alla mattina successiva. A quel punto, il 62enne francese è stato tratto in salvo e trasportato in ospedale. È stato dimesso poco dopo.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta