Roma, 12 set – Parità di genere? Roba superata e già ottenuta. Traguardi sacrosanti chiaramente, ma adesso secondo alcuni serve uno scatto ulteriore per cancellare il cosiddetto “gender gap”. Il problema è che così facendo si rischia di ribaltarlo, preferendo le une agli altri e quindi ci sarebbe comunque un gap, seppur invertito. L’avanguardia di questa assurdità concettuale stavolta non passerà però dalla rete o dal cinema, bensì dalla nuova versione di uno dei più celebri giochi da tavolo: il Monopoli.

Nella speciale edizione infatti, le donne guadagnano più degli uomini e partono pure in vantaggio. Visto mai che qualche uomo possa tentare di recuperare sul fil di lana. Sì perché Ms. Monopoly non è altro che “una nuova prospettiva di gioco che crea un mondo in cui le donne hanno un vantaggio di cui spesso godono solo gli uomini”. Così la Hasbro, azienda che produce il gioco da tavolo, spiega il senso dell’iniziativa.

Le nuove regole

Esattamente però quali saranno le regole che permetteranno alle donne di avere questo vantaggio? A Ms. Monopoli in partenza le giocatrici ricevono 1.900 dollari, mentre i giocatori soltanto 1.500. Tutte le volte che passano dal via, le giocatrice incassano poi 240 dollari, mentre gli uomini 200.

E i famosi investimenti immobiliari del classico Monopoli? Spariti, nella nuova versione si può investire unicamente in invenzioni innovatrici realizzate rigorosamente da donne. Il gioco avrà presto, secondo le intenzioni dell’azienda che lo produce, anche un’edizione online. Ovviamente, anche in questo caso le giocatrici saranno avvantaggiate. Nel frattempo la Hasbro ha devoluto oltre 20mila dollari a testa a tre giovani ragazze che hanno ideato alcuni progetti innovativi in diversi campi.

Alessandro Della Guglia

1 commento

  1. adesso le nazifem vogliono rompere le scatole ANCHE sui giochi da tavolo?
    bah.
    sono così fuori che sembrano delle canne da pesca.
    e intanto gli uomini tirano i remi in barca, e van per gli affari loro….
    un giorno di questi le donne si sveglieranno e si scopriranno sole davvero,in
    un mondo freddo come il ghiaccio:
    quel giorno lo vedo sempre più vicino,
    e non credo che riusciranno a tornare indietro.

Commenta