Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 22 mar – Nella Roma pentastellata della Raggi il problema delle buche diventa sempre più un’emergenza grave che l’amministrazione non è in grado di risolvere. Ormai non si contano più, infatti, i sinistri causati da dei veri e propri crateri che tappezzano le strade della capitale. Un incidente particolarmente curioso si è verificato ieri nel quartiere di Vitina. Un autobus, per la precisione il 09, ha centrato in pieno una buca e un vetro ha ceduto, andando in frantumi.
L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio mentre lo 09 stava percorrendo via Sant’Arcangelo di Romagna, che ricorda più una strada di Kabul che non quella di una città italiana. Fortunatamente i tre passeggeri a bordo dell’autobus non sono rimasti feriti a causa del cedimento del vetro. Quel che rende anche più irritante la vicenda è che l’autista stesse guidando a velocità assai ridotta. E, dopo aver dovuto zigzagare con perizia tra le vie di Vitinia, non è però riuscito a evitare l’ennesimo cratere. Il vetro dell’autobus, già provato dall’impatto con le altre buche, non ha dunque retto all’ultima, fatale collisione.
L’accaduto, ad ogni modo, rappresenta solo l’ultima tessera di un puzzle che, a quanto pare, non preoccupa affatto il sindaco Virginia Raggi. Basti pensare che il tanto evocato bando per la manutenzione straordinaria delle strade ancora non si è visto. Inoltre, la situazione è talmente disperata che la polizia locale ha addirittura dovuto imporre un limite di 30 km/h in numerose strade del IX Municipio (quello di Vitina). E non sarà certo la tanto sbandierata “onestà” a risolvere l’emergenza
Federico Pagi

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta