Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 31 mag – Un richiedente asilo nigeriano di 31 anni, arrivato in Italia nel 2016, ha tentato di stuprare l’autista donna di un autobus di linea. L’agghiacciante fatto è accaduto ieri mattina a Vicenza, in via Carso, nei pressi della fermata del tram. L’africano è stato messo in fuga da un passante che ha evitato così il peggio. L’aggressore si è dato alla fuga e correndo ha colpito un’anziana di 78 anni, ferendola. Ogboe Isaiah, questo il nome del clandestino nigeriano senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, è stato poi arrestato dalla polizia.

Soltanto due settimane fa era finito in manette per aver ferito e aggredito due agenti della Polfer che lo avevano beccato senza biglietto su un treno Frecciarossa. L’episodio di ieri è stato però decisamente più grave, con l’uomo che è salito sul mezzo in sosta mentre l’autista, che aveva appena finito la corsa, stava sistemando l’autobus. La donna si è difesa e ne è nata una colluttazione, con aggressore e aggredita che sono finiti sull’asfalto.

A costringere il nigeriano alla fuga sono state le urla di un passante vicentino di 72 anni che ha avuto anche la prontezza di fotografare l’africano e chiamare la polizia. Adesso il richiedente asilo dovrà rispondere dell’accusa di violenza sessuale aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire generalità e interruzione di pubblico servizio.

Alessandro Della Guglia

2 Commenti

Commenta