Il Primato Nazionale mensile in edicola

Le donne sono sempre molto serie quando si parla di bellezza dei capelli, per questo una delle mode più diffuse negli ultimi tempi è quella delle extension. Le extension sono ciocche di capelli artificiali che servono per rinfoltire la capigliatura, allungarla o per ottenere particolari acconciature. Ma che cosa c’è da sapere sulle extension prima di farsele? Non esiste un solo tipo di extension e ci sono anche diversi metodi per applicarle, quindi meglio sapere di che cosa si sta parlando.

Cerchiamo quindi di capire bene che cosa sono le extension, e in particolare di conoscere meglio tutti i tipi di extension per capelli per capire se è il caso di farle e quali sono i vantaggi di questa tecnica.

Cosa sono le extension

Le extension sono delle ciocche di capelli, fondamentalmente: possono essere capelli veri o essere artificiali (ed in questo caso è bene puntare su prodotti di alta qualità per un risultato davvero soddisfacente). Le ciocche vengono applicate ai capelli o alla nuca della persona ricevente, e lo scopo di questa tecnica è quello di infoltire la capigliatura e di ottenere una chioma più folta, capelli più lunghi, realizzare acconciature anche temporanee e particolari (come quelle particolarmente elaborate) o semplicemente per cambiare taglio senza aspettare che i capelli ricrescano o si infoltiscano. Ma vediamo quali sono le tecniche più diffuse per poter applicare i capelli veri/artificiali a quelli naturali.

Come si attaccano le extension? I quattro metodi

Non esiste un unico metodo per l’applicazione delle extension, ma diversi metodi che possono far lievitare o meno il prezzo e consentire di ottenere degli effetti di volta in volta diversi.

  • Metodo con cheratina. L’attacco delle extension con la cheratina è uno dei metodi più diffusi in assoluto. Per mezzo di questo metodo, le extension sono attaccate con la cheratina che viene riscaldata e funge quindi da collante fra i capelli veri e la ciocca. Questa tecnica consente di avere delle extension che durano a lungo, fino a 5 mesi, e inoltre la colla è del tutto invisibile, per un risultato estetico molto naturale. Tuttavia le extension attaccate con la cheratina necessitano di un controllo periodico, possono portare i capelli a sfibrarsi col tempo e non sono una tecnica che va bene per tutti i capelli.
  • Extension con micro-ring. I micro ring sono una tecnica che consente di ancorare le extension ai capelli per mezzo di minuscoli anelli che sono ‘schiacciati’ e che uniscono le extension ai capelli. La tecnica in questione è ideale per i capelli deboli e per tutte le chiome per le quali non sia indicata la cheratina; il sistema quindi va bene per un risultato estetico che sia buono ma delicato sui capelli. La durata però è limitata nel tempo, circa un mese.
  • Applicazione con bio adesivo. Questa tecnica per applicare le extension è ancora oggi poco usata perché richiede una certa manualità ed abilità: sfrutta un bio adesivo che è unito alle extension e che si applica ai capelli originali. Il risultato estetico è molto naturale ed è del tutto invisibile, le extension sono applicate alle radici e questo non appesantisce la capigliatura e la durata nel tempo è alta.
  • Extension con nodi. Questa tecnica è poco diffusa perché richiede davvero molto tempo e molta pazienza. In sostanza le extension vengono legate ai capelli per mezzo di una cucitura. Ovviamente si tratta di un lavoro che richiede una pazienza certosina ed ha un risultato eccezionale dal punto di vista estetico, ma per i tempi che richiede i costi sono molto elevati, quindi la tecnica non è molto usata.

Commenta