Il Primato Nazionale mensile in edicola

Forlì, 27 nov – Si dilettava a nutrire un branco di cinghiali che aveva, per così dire, «adottato», ma la natura selvatica delle bestie che accudiva gli si è rivoltata contro. Così un 65enne di Ricca Delle Caminate (Forlì) è stato aggredito da 3 esemplari di sus scrofa, riportando ferite talmente gravi da trovarsi ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Maurizio Bufalini di Cesena.



L’attacco è avvenuto intorno alle 17 di questo mercoledì. E’ stato il cugino dell’anziano, a cui quest’ultimo aveva chiesto aiuto subito dopo l’aggressione, ad allertare i mezzi di soccorso. I Carabinieri di Meldola, intervenuti sul posto assieme al personale medico, stanno vagliando la dinamica dell’accaduto, non prima di aver provveduto al sequestro dell’area. Lo riferisce Forlì Today.

Black Brain

L’uomo teneva i tre cinghiali in cattività

Secondo quanto ricostruito dagli uomini dell’Arma, l’uomo teneva i tre esemplari – due maschi e una femmina – chiusi in un recinto. Il 65enne li aveva trovati circa un anno prima e aveva deciso di «adottarli». Il giorno dell’attacco si era presentato come ogni giorno per nutrirli, ma qualcosa è andato storto.

I cinghiali erano sotto sequestro

Interessante notare come la polizia provinciale avesse effettuato un controllo lo scorso agosto, disponendo in seguito il sequestro degli animali. Questi erano stati momentaneamente affidati alla custodia dell’anziano in attesa di ulteriori sviluppi. Il giudice il 29 ottobre aveva poi disposto la revoca del sequestro e la restituzione all’ente provinciale. Il loro trasferimento in un parco nella provincia di Ravenna era previsto proprio nei prossimi giorni.

Caricato da uno dei due maschi

Durante tutto il periodo di custodia l’uomo aveva provveduto a nutrire i tre cinghiali due volte al giorno. E proprio come ogni giorno l’uomo si era introdotto nel recinto nel tardo pomeriggio, suscitando in qualche modo l‘ira di uno dei due maschi che gli si è avventato contro. All’arrivo del cugino, l’uomo si presentava malfermo sulle gambe e faceva fatica a camminare. Il cinghiale avrebbe caricato il 65enne infierendo con più colpi violenti. Soccorso dai sanitari del 118, che hanno operato con un’ambulanza e l’auto col medico a bordo, è stato trasportato in codice rosso al trauma center dell’ospedale “Maurizio Bufalini” di Cesena. La prognosi è riservata.

Cristina Gauri
Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Dalle mie parti , dove i cinghiali sono un problema GRAVE e, grazie allo
    stupido governo che ha bloccato la caccia ….triplicheranno di numero ….

    TUTTI vengono sensibilizzati ed invitati a NON dar loro da mangiare , oltre a tener lontani i bambini dai simpatici “cuccioli” , seguiti da una madre che non perde un secondo per caricare in loro difesa .

    Mai visto un cinghiale che carica ???? Servono un fucile di GROSSO cal ed una “buona mira” per fermarlo …..

    Abito in una delle zone più popolate d’ europa , ma il Sus Scrofa si sta
    pericolosamente avvicinando alle case …. colpa ANCHE del Lockdown ,Due gg fa un automobilista è finito contro un muro per un “gruppetto” che
    passeggiava in mezzo ad una strada …

    l’ invito è segnalarne la presenza alla Forestale e NON AVVICINARSI .

    Ma se uno è PIRLA …..

    Comprarsi dei normali “maiali” ??? no eh ….

Commenta