BilderbergRoma, 11 apr – L’annuale conferenza di Bilderberg, il club esclusivo dei potenti della terra, si terrà a Dresda dal 9 al 12 giugno, come ha ammesso il ministero dell’Interno tedesco e confermato l’associazione sul proprio sito internet. La riunione si terrà probabilmente al Kempinski-Hotel Taschenbergpalais.

La prima conferenza, nata per iniziativa del banchiere statunitense David Rockefeller, si tenne il 29 maggio 1954 presso l’hotel de Bilderberg a Oosterbeek, vicino Arnhem, nei Paesi Bassi. Da allora, ogni anno, un centinaio di uomini politici, giornalisti, esponenti della finanza si riuniscono periodicamente a porte chiuse, senza che dal meeting trapeli nessuna indiscrezione. Il Club non prevede conclusioni scritte né comunicati e avvicinarsi, anche se si è giornalisti o politici non accreditati, è pressoché impossibile a causa di un apparato di sicurezza privato efficientissimo e che non bada tanto per il sottile. La natura profondamente oligarchica e sovversiva della struttura è stata denunciata per decenni da isolati gruppi della cosiddetta destra radicale, fra il disinteresse o l’ironia generale, salvo divenire da qualche anno un tema di dibattito pubblico (sia pur con le solite esagerazioni complottiste).

Nel 2015 il Club si era riunito Telfs-Buchen, in Austria, dall’11 al 14 giugno. Erano intervenuti 140 invitati da 22 paesi differenti. Erano stati cinque gli italiani invitati: il presidente di Fiat Chrysler Automobiles John Elkann, la giornalista Lilli Gruber (che era già stata invitata nel 2013) e il re dell’acciaio italo-argentino Gianfelice Rocca, poi Mario Monti e l’ex presidente di Telecom, Franco Bernabé. E quest’anno, chi saranno i nostri connazionali ammessi al riservatissimo consesso?

Giorgio Nigra

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here