Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 10 mar – Continua a salire il numero delle persone contagiate dal coronavirus in Italia. Ad oggi, stando ai dati forniti dalla Protezione Civile, sono 8.514 i malati, ovvero 529 in più di ieri. Mentre il numero complessivo dei contagiati, comprese le vittime e i guariti, ha superato i diecimila: 10.149. Le vittime sono 631, 168 in più di ieri. A salire è però anche il numero delle persone guarite: ad oggi 1.004, ovvero 280 in più di ieri. “Tengo a precisare che i decessi non sono ‘da coronavirus’. Tra le diverse patologie avevano anche il coronavirus”, ha poi precisato il commissario per l’emergenza Angelo Borrelli durante la conferenza stampa odierna.

“In Lombardia abbiamo 135 decessi, 15 in Emilia Romagna, 6 in Veneto, 4 in Piemonte, 3 nelle Marche, 2 in Friuli, 1 in Abruzzo, Lazio e Liguria”, ha dichiarato Borrelli. “Il 2% dei deceduti nella fascia 50-59 anni, l’8% nella fascia 60-69, il 32% nella fascia 70-79, il 45% nella fascia 80-89%, il 14% nella fascia superiore ai 90 anni”, fa sapere il commissario per l’emergenza, sottolineando che “i positivi oggi sono 529 ma l’aggiornamento della Lombardia non è completo. Il totale è 8514, di cui 5038 ricoverati con sintomi mentre 2599 sono isolamento domiciliare. In terapia intensiva, 877 persone, pari al 10% dei positivi”.

Probabili misure più drastiche

Borrelli ha poi aperto ad eventuali misure più drastiche, così come chiesto in particolare dalla Regione Lombardia e dai leader dell’opposizione al governo: “Io credo che questa sia una richiesta che deve essere vagliata, considerata e valutata. Non ho elementi da fornire su questa richiesta, vedremo nei prossimi giorni”, ha dichiarato il commissario per l’emergenza. Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità, ha poi invitato i cittadini italiani a evitare le aggregazioni in pubblico poiché costituiscono veicolo di contagio: “La raccomandazione anche in prospettiva temporale è che se limitiamo le occasioni di contagio le curve dei nuovi contagi si appiattiranno”.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

7 Commenti

  1. I morti dunque sono 631!! Ogni anno, secondo l’Istituto Superiore di Sanità, vi sono 8000 morti per influenza in Italia.Quindi i virus degli scorsi anni quali sars, influenza aviaria,cinese, etc,etc,hanno per ora fatto 16 volte piu’ danni!!
    Incredibile Salvini e la Meloni che si aggiungono al Conte con messaggi di terrore.Credono veramente che molti italiani siano contenti di essere imprigionati in casa, unico paese al mondo, e che questo allarmismo gli porterà voti???Guarda caso tutti i partiti stanno perdendo un po’ di seguaci !!
    La cosa piu’ evidente è la distruzione della piccola impresa familiare che deve chiudere, a beneficio delle multinazionali e delle banche dei banchieri stranieri che creano a costo zero il denaro che ci centellinano.Adesso potranno comperare quello che non è ancora stato svenduto dei beni pubblici e privati dell’ Italia a 2 lire, come al solito

Commenta