Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 mag – Bollettino quotidiano della Protezione Civile sul coronavirus in Italia. Aumentano purtroppo i decessi in Italia e a pesare in particolar modo è il dato della Lombardia. Oggi sono stati confermati 262 morti, mentre ieri le vittime erano stato 195. In Italia da inizio epidemia sono morte 31.368 persone. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati meno guariti, 2.747 a fronte dei 3.502 di ieri. Complessivamente in Italia sono guarite 115.288 persone.

Calano ancora i pazienti ricoverati in ospedale. Stando al bollettino odierno della Protezione Civile oggi in terapia intensiva si trovano in totale 855 persone, 38 in meno rispetto alla giornata di ieri. I pazienti ricoverati con sintomi sono invece 11453 persone, e anche in questo caso si registra un calo: 719 persone meno di ieri. Mentre in isolamento domiciliare ci sono 64.132 persone, 1260 in meno rispetto alla giornata di ieri.

I nuovi casi nelle ultime 24 ore sono tornati a salire, seppur non eccessivamente. Oggi ne sono stati registrati 992, a fronte degli 888 di ieri. I malati, ovvero le persone attualmente positive, sono però ancora in calo. Rispetto alla giornata di ieri è stato registrato un calo di 2.017 unità. In totale in Italia gli attualmente positivi sono 76.440, mentre ieri erano 78.457. Il dato sui malati, come al solito, va considerato analizzando il rapporto con i tamponi effettuati. Oggi infatti sono stati fatti molti più tamponi di ieri: 71.876 tamponi, mentre ieri ne erano stati effettuati 61.973. Dunque il rapporto tra tamponi effettuati e casi individuati è di 1 malato ogni 73,1 tamponi fatti. In percentuale 1,4%, ovvero il minimo da inizio epidemia.

Lombardia e altre regioni 

Nella regione italiana maggiormente colpita dal coronavirus risalgono decessi e contagi. Oggi le vittime confermate sono 111, mentre ieri erano state 69. I contagi registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore sono 522, mentre ieri erano stati 394. Va detto però che oggi in Lombardia sono stati effetti 11mila tamponi in più rispetto a ieri. Il dato positivo è invece quello delle terapie intensive, anche oggi in calo: -10. Anche negli altri reparti si registra un evidente calo: 189 pazienti in meno rispetto a ieri. A questi dati vanno aggiunti quelli dei ricoverati nelle terapie intensive, meno 10 rispetto a ieri (quando il calo era stato di 15 rispetto alle 24 ore precedenti), mentre nei reparti ordinari il calo è di 189 pazienti (ieri 215). La Lombardia resta dunque la regione più colpita. Tra le altre questo l’aumento dei casi: 151 Piemonte, 77 in Emilia Romagna, 65 in Liguria, 41 nel Lazio, 32 in Veneto, 30 in Toscana.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Bergoglio ha pregato.
    Ha invocato la fine della pandemia.
    Il vicario di Cristo s’è scordato di Cristo.
    Il vicario di Cristo s’è scordato dei 30.000 uomini che ogni giorno muoiono di fame nel mondo.e che di questi 7.000 sono bambini.

  2. Vorrei dare un consiglio alla redazione: quando decidete di bannare qualcuno, diteglielo francamente. L’indirizzo di posta di ciascuno lo conoscete, dunque… Non c’è mica nulla di male; e io in particolare non mi offendo e continuerò a tenere questo sito una delle mie fonti di informazione da considerare. Ma, ripeto, non capisco perché non dirlo.

Commenta