Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 20 apr – Bollettino quotidiano della Protezione Civile sull’emergenza coronavirus. Per la prima volta dall’inizio dell’emergenza è diminuito il numero di malati: 20 in meno. E’ un dato positivo in assoluto anche se ancora non del tutto confortante. I morti anche oggi sono purtroppo tanti: 454 decedute, ieri erano state 433. In totale dall’inizio della pandemia in Italia sono state confermate 24.144 vittime. I guariti sono 1.822, meno di ieri quando ne erano stati registrati 2.128. Complessivamente in Italia sono guarite 48.877 persone che avevano contratto il virus. Per quanto riguarda i ricoveri: in terapia intensiva vi sono 2.573 persone, 62 meno rispetto a ieri. In ospedale sono ricoverati complessivamente 24.906 persone con sintomi, ovvero 127 meno di ieri.

Il dato in ogni caso positivo è che oggi, come detto, c’è un calo delle persone attualmente positive, 20 persone in meno quando ieri era stato registrato un incremento di 486. I nuovi contagiati sono invece 2.256, ieri erano stati 3.047. Anche in questo caso il dato è positivo, perché si tratta del minimo dall’11 marzo. Lo è ancor di più se rapportato al numero di tamponi effettuati, fattore determinante per capire la diffusione del virus. Nelle ultime 24 ore sono stati fatti 41.483 tamponi, ieri 50.708. Se consideriamo però il rapporto tra tamponi effettuati e casi trovati risulta 1 malato ogni 18,4 tamponi. La media è dunque del 5,4%, inferiori al 5,7% rilevato nei giorni scorsi.

Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha detto che è on line e scadrà mercoledì il bando per reclutare 1.500 operatori socio sanitari destinati alle Rsa. Borrelli ha sottolineato che sempre online c’è pure un nuovo bando per reclutare un contingente di medici che andranno a integrare la task force che opera nelle regioni più colpite dal virus.

Migliora la Lombardia

Nella regione italiana più colpita dal coronavirus frenano i contagi. Oggi sono stati registrati 737 casi in più di ieri. Diminuiscono anche i decessi: oggi ne sono stati confermati 163,per un totale in Lombardia di 12.376 morti. Calano anche i ricoveri negli ospedali: in terapia intensiva adesso ci sono 901 pazienti, 21 in meno di ieri. Mentre negli altri reparti si trovano 10.138, ovvero 204 in meno rispetto alla giornata di ieri. Intanto il governatore lombardo, Attilio Fontana, ha detto che la Regione metterà in campo 3 miliardi per la ripartenza. “Per una risposta concreta alla nostra economia e per la ripresa metteremo a disposizione 3 miliardi, cifre utili per un piano di investimenti”, ha dichiarato Fontana in un intervento in diretta Facebook. Il presidente della Lombardia ha poi definito “rivoluzionaria” la proposta di legge presentata nel pomeriggio.

Alessandro Della Guglia