Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 6 feb – Grave incidente sulla linea alta velocità in provincia di Lodi: al momento il bilancio è di due vittime, i macchinisti, e decine di feriti. il deragliamento del treno ad alta velocità partito da Milano e diretto a Salerno è avvenuto nel comune di Ospedaletto Lodigiano, nei pressi del casello A1, in zona cascina Griona. Sembra che la motrice del Frecciarossa si sia staccata dal resto del treno, avrebbe urtato un carrello merci sui binari e – dopo aver percorso trecento o quattrocento metri fuori dalle rotaie, si sarebbe schiantata su un casotto delle Ferrovie dello Stato. Le prime due carrozze si sono ribaltate. Le altre carrozze sono più più o meno intatte.

Morti i due macchinisti, 27 i feriti

Al momento le vittime accertate sono i due macchinisti, di età intorno ai 30 anni. Ventisette passeggeri in tutto sono rimasti feriti anche se non in modo grave: 23 in codice verde e quattro in codice giallo. Un operaio delle ferrovie si è rotto il femore. Sul posto diverse ambulanze, auto mediche, carabinieri e polizia. La zona è stata isolata per permettere i soccorsi. I vigili del fuoco sono al lavoro per estrarre i passeggeri dalle lamiere. Il treno per fortuna non era molto affollato: si tratta infatti del primo convoglio del mattino, partito all’alba dal capoluogo lombardo e diretto nella capitale.

Circolazione sospesa, ritardi di almeno 60 minuti

Dalle 5.30 la circolazione è stata sospesa sulla linea alta velocità Milano-Bologna per lo svio (ossia il deragliamento in gergo tecnico) del treno 9595 Milano-Salerno nei pressi della stazione di Livraga (Lodi). Tutti i treni, in entrambe le direzioni, sono stati instradati sulla linea convenzionale Milano-Piacenza con ritardi fino a 60 minuti, destinati ad aumentare. Intanto sono in corso i primi rilievi investigativi della polizia ferroviaria.

Ludovica Colli

1 commento