Il Primato Nazionale mensile in edicola

Firenze, 28 feb – Orrore a Firenze. Costringeva la figlia di 14 anni a farsi fotografie osé senza vestiti, per poi inviare le immagini in chat a uomini che incontrava sui social network. Con alcuni avrebbe addirittura finto di essere la ragazzina per poter condurre delle relazioni virtuali con loro. Lo riporta FirenzeToday, secondo il quale la donna sarebbe già stata condannata.

Non è ancora chiaro perché la donna avrebbe messo in atto tali comportamenti; tutto d’un tratto la madre, una 52enne, si sarebbe appropriata dell’identità della giovanissima figlia, utilizzando il suo profilo personale per contattare dei ragazzi poco più grandi della ragazza e conoscerli in chat. Non paga, avrebbe costretto la giovane a farsi fotografare nuda, mandando poi le immagini agli stessi contatti con cui conversava virtualmente.

In una sordida escalation di follia e disfunzionalità la figlia era stata costretta a frequentare nella vita reale uno dei ragazzi conosciuti su Facebook, un diciannovenne nel novero di coloro che avevano ricevuto le foto discinte della minorenne. Provata dalle pressioni della madre e dal dover vivere una situazione così malata, la 14enne aveva cominciato a mostrare forti segni di stress emotivo e disturbi legati alla personalità, finché si era reso necessario il suo ricovero in ospedale. Non è nota la circostanza che avrebbe dato il via alle indagini, ma gli inquirenti sono riusciti a incastrare la 52enne, che è stata quindi tratta in arresto con le accuse di sostituzione di persona, pornografia minorile e maltrattamenti in famiglia. Ora dovrà scontare una pena detentiva di 7 anni di carcere dietro le sbarre del carcere di Firenze.

Cristina Gauri

1 commento

  1. Questa madre non la ritengo peggiore dei genitori che mandavano le proprie figlie minorenni in mano a quel porcellino di non e’ la rai!Solo per soldi.

Commenta