Venezia, 19 gen – Niente hotel Danieli per John Malkovich: il celebre attore Usa è stato respinto dal lussuoso albergo di Venezia perché privo di super green pass. La rinomata ed esclusiva suite con vista sul Canal Grande di Venezia è rimasta vuota. Infatti per accedere negli alberghi italiani è obbligatorio presentare il super green pass, rilasciato solo a vaccinati e guariti dal Covid. Certificazione che Malkovich, a Venezia per girare una serie, non ha presentato (non si sa perché).

John Malkovich senza super green pass: per lui niente hotel Danieli

A dare la notizia Il Gazzettino, che spiega che la produzione ha dovuto cercare all’ultimo momento una casa privata abbastanza di lusso per l’attore e regista hollywoodiano perché le regole sul super green pass valgono per qualsiasi tipo di albergo. Malkovich è a Venezia per girare una serie dedicata a Tom Ripley, il personaggio creato dalla scrittrice Usa Patricia Highsmith e già portato al cinema. Per la prima volta nel 1977, con L’amico americano di Wim Wenders. Poi con Il talento di Mr. Ripley di Antony Minghella, uscito nelle sale nel 1999, quattro anni dopo la morte della scrittrice. Molte scene della pellicola – che ebbe molto successo – erano state girate proprio a Venezia. E saranno molte le riprese nella città lagunare anche per la serie dedicata a Ripley.

I rallentamenti della produzione per via del Covid

Nel film non ci sarà più Matt Damon a interpretare Ripley ma l’attore irlandese Andrew Scott. Il cast comprende anche Johnny Flinn e Dakota Fanning, arrivata a Venezia con qualche giorno di ritardo perché positiva al Covid, costringendo il regista a continui cambi nel calendario previsto delle riprese. E il Covid non ha risparmiato neanche la prima produzione cinematografica a Venezia nel 2022, perché molti attori – circa un centinaio -, soprattutto comparse, dopo aver effettuato il tampone imposto dalla produzione, hanno scoperto di essere positivi e si sono dovuti mettere in isolamento.

Le riprese a Venezia (e nel celebre albergo)

La troupe diretta dal regista e sceneggiatore Steven Zaillian (premio Oscar per la sceneggiatura di Schindler’s list) resterà a Venezia per un mese. Le riprese per la serie che dovrebbe andare in onda nel 2023 si sposteranno fra piazza San Marco, campo San Polo, il ponte dell’Accademia e la stazione Santa Lucia, che tornerà a essere quelle degli anni Cinquanta, periodo in cui è ambientata la storia. Alla fine del mese sono in programma anche scene girate proprio all’interno dell’hotel Danieli, già utilizzato in passato nel cinema, come Dalla Russia con amore, Moonraker e Casino Royale della saga di James Bond. E più recentemente in The tourist con Angelina Jolie e Johnny Depp. Malkovich quindi a quanto pare girerà delle scene all’interno del lussuoso hotel ma non ci può dormire. Non proprio una bella pubblicità per lo storico albergo – che peraltro di recente ha rischiato di finire nelle mani di Bill Gates -, e per l’Italia tutta. Ma come si dice, dura lex, sed lex (di Draghi e Speranza).

Ludovica Colli

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta