Roma, 26 ott – “Anche preti e suore guardano i porno”. E’ la denuncia choc di Papa Francesco, infuriato contro quella che considera una deriva molto pericolosa. Così il Pontefice ha voluto mettere in guardia i seminaristi dalla pornografia digitale, affermando che si tratta di un “vizio” sin troppo diffuso. “Lo dico a chiare lettere. Non dirò: ‘Alzi la mano chi ha avuto almeno un’esperienza di questo’. Non lo dirò. Ma ognuno di voi pensi se ha avuto l’esperienza o ha avuto la tentazione della pornografia nel digitale. È un vizio che ha tanta gente, tanti laici, tante laiche, e anche sacerdoti e suore. Il diavolo entra da lì. E non parlo soltanto della pornografia criminale come quella degli abusi dei bambini: questa è già degenerazione. Ma della pornografia un po’ ‘normale’”, ha dichiarato Papa Francesco durante un incontro con seminaristi e sacerdoti che studiano a Roma.

Papa Francesco: “Il porno è un vizio che tocca anche sacerdoti e suore” 

“Cari fratelli, state attenti a questo. Il cuore puro, quello che riceve Gesù tutti i giorni, non può ricevere queste informazioni pornografiche. Che oggi sono all’ordine del giorno. E se dal tuo telefonino tu puoi cancellare questo, cancellalo, così non avrai la tentazione alla mano. E se non puoi cancellarlo, difenditi bene per non entrare in questo. Vi dico, è una cosa che indebolisce l’anima. Indebolisce l’anima”, ha poi aggiunto Bergoglio. “Scusatemi se scendo a questi dettagli sulla pornografia, ma c’è una realtà: una realtà che tocca i sacerdoti, i seminaristi, le suore, le anime consacrate. Avete capito? Va bene. Questo è importante”, ha puntualizzato. Parole destinate a far discutere, ma che evidentemente evidenziano una tendenza piuttosto diffusa e che il Pontefice ha voluto pronunciare di fronte ai seminaristi proprio come severo ammonimento.

Alessandro Della Guglia

 

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

7 Commenti

  1. “Parole destinate a far discutere”
    Il diavolo entra da li…(?!) dove “li” da dove ENTRA?
    Ma sopratutto: da dove ESCE ? Ah ah ah
    Oppure resta li… dove li? ..da dove è entrato… e da dove è entrato…
    Adoro la teologia è l’arte della comicità senza senso.

  2. La pornografia è in grado di distruggere il cuore e purtroppo quando ce ne accorgiamo è troppo tardi.


  3. ma senti,Bergoglio…
    non ti è MAI passato per la testa che la chiesa potrebbe anche aver torto,sul celibato obbligatorio?
    senza tirare in ballo il diavolo o la pedofilia,
    siamo tutti esseri umani,anche tu.

    DAVVERO non capisci…
    che impedire ad un essere umano una vita piena (comprensiva quindi anche del sesso)
    lo sminuisce,anzichè elevarlo?
    davvero credi che sia necessario il celibato,per amare il proprio prossimo?

  4. Il massone globalista amico dei banchieri usurai continua nella demolizione della chiesa cattolica come vogliono i suoi padroni .Dopo aver demolito la famiglia cristiana dicendo “chi sono io per giudicare i gay,adesso fà sembrare che tutti i preti guardano il porno.Questo eretico si è permesso di dire anni fà ,nel commentare una parabola, che Gesi’ fà un po’ lo scemo” e di dire che abbiamo lo stesso Dio con le altre religioni, come se il nostro Dio ci dice di lapidare la donna che tradisce!.
    Sembra non stia bene di salute; speriamo che Dio provveda a liberarcene presto; farà un favore a tutti i cattolici perchè seguire questo apostata ti porta dritto all’ inferno, come disse un Primate della Chiesa greco ortodossa anni fà.

Commenta