Roma, 18 ott – Non solo Trieste, dove stamani la polizia ha sgomberato il presidio dei portuali a suon di lacrimogeni e idranti, anche in altre città italiane prosegue la protesta contro il green pass. A Ravenna i lavoratori hanno manifestato al porto. Il presidio è stato indetto dal gruppo “Portuali Ravenna Liberi”, con decine di persone radunatisi nella zona del porto proprio nelle ore in cui le forze dell’ordine iniziavano a disperdere la folla nel capoluogo friulano.



Ravenna, protesta al porto contro il green pass

“In risposta all’azione di Trieste, contro il vergognoso e anticostituzionale certificato verde, anche il porto di Ravenna vuole essere fulcro di attività di resistenza alla deriva antidemocratica in cui si trova il paese”, si legge in una nota diffusa dai portuali romagnoli.

Il gruppo di portuali ha optato per la protesta con il supporto di cittadini e lavoratori locali anche di altri settori. “Intendiamo con questa azione dare il nostro contributo territoriale ad un’azione nazionale che vede nei porti i punti di aggregazione, ma che raccoglie il malessere di tutte le fasce vessate della popolazione di tutte le categorie, dai sanitari agli insegnanti passando per ogni attività privata”, conclude la nota.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. L’autoritarismo si combatte in maniera molto più efficiente togliendogli la biada
    http://massimosconvolto.wordpress.com/2015/06/07/rivoluzione-disarmata/

    prima di passare al bancomat per arire il conto in #BancaMaterassi
    http://massimosconvolto.wordpress.com/2016/12/02/banca-materassi/

    passate dal medico per assicurarvi entrate utili a mangiare e ad aumentare lo spessore del materasso 😀
    http://massimosconvolto.wordpress.com/2021/10/14/riscatto/

Commenta