Roma, 16 ott – Grave incidente a Roma. Un autobus è uscito di strada e si è schiantato contro un albero poco dopo le 9 su via Cassia, all’incrocio con via Oriolo. Secondo l’agenzia di stampa Dire sarebbero 29 i feriti, trasportati in diversi ospedali della Capitale (Gemelli, Villa San Pietro, Umberto I, Isola tiberina, Santo Spirito, San Filippo, Sant’Andrea e San Giovanni). Nove i codici rossi, 14 i gialli e 6 i verdi. Rimangono sul luogo dell’incidente altre 5/6 infortunati in codice verde, in fase di valutazione dal personale medico accorso sul posto. Tutti i codici rossi sono da intendersi per la dinamica dell’impatto e all’atto del trasporto non presentavano compromissione dei parametri vitali. Si tratterebbe dei pazienti che al momento dello schianto si trovavano nella parte anteriore dell’autobus. L’autista, in stato di choc, è stato portato in ospedale. Nessuno sarebbe in pericolo di vita.

Cause ancora da stabilire

Ares 118 e’ intervenuta con 12 ambulanze, passanti e passeggeri hanno avvertito il 112 che ha attivato 118, vigili del fuoco e polizia locale del gruppo Cassia. La dinamica dell’incidente è ancora tutta da chiarire, come è da chiarire se ci siano altri veicoli coinvolti. Per ora si pensa che l’autista si fosse distratto mentre guardava il cellulare. Non si esclude nemmeno l’ipotesi di un malore. L’autobus coinvolto sarebbe il numero 301 che collega la Giustiniana a Termini.

La testimonianza 

Una signora coinvolta nell’incidente, ferita per fortuna in modo lieve e intervistata da Il Messaggero ha così raccontato: «Ero nella parte posteriore dell’autobus. Ero salita alla fermata di Grottarossa dopo la fermata di San Godenzo, la strada era abbastanza libera – racconta – all’improvviso ho sentito un forte rumore e mi è venuta addosso tutta la gente sull’autobus – I vetri sono scoppiati e ci sono venuti tutti in faccia. Non so cosa sia accaduto, se l’autista ha avuto un colpo di sonno o se l’autobus è scivolato sulla strada bagnata… All’inizio abbiamo anche pensato che ci fosse crollato addosso un albero, invece era il bus che era andato addosso alla pianta».

1 commento

Commenta