Il Primato Nazionale mensile in edicola

Savona, 5 giu – E’ stata una mattinata movimentata quella che si è svolta ieri nei dintorni di piazza Diaz, nel centro di Savona. Poco dopo mezzogiorno il «solito» ragazzone africano in preda ai bollenti spiriti ha dato spettacolo esibendosi in un incontro improvvisato di pugilato, coinvolgendo il passante sbagliato e prendendole di santa ragione. La scena è stata ripresa da un passante che ha poi diffuso il video sui social.

Sconosciute le motivazioni del gesto, sulle quali stanno ancora investigando le forze dell’ordine. Nel filmato si può scorgere il senegalese mentre dà in escandescenza e grida più volte «vaffanculo» contro il conducente di un compattatore dell’Ata, l’azienda municipale che si occupa del servizio di igiene urbana. Questi rimane chiuso dentro l’abitacolo del proprio mezzo, senza reagire, ma è a questo punto che un pedone si avvicina all’africano, il quale gli si avventa subito contro. I due iniziano a darsele di santa ragione in un crescendo di pugni, calci volanti, spintoni e urla, fino a che non interviene una volante della questura, chiamata da alcuni testimoni.

Prima di essere fermato il senegalese è riuscito a ferire ad un occhio un agente, aggredendolo con calci e pugni, mentre questi stava cercando di farlo salire sull’auto di servizio per portarlo in questura. Al pronto soccorso sono così finiti in tre, l’immigrato, il passante e il poliziotto. L’africano, soggetto già noto alle forze dell’ordine, è stato ricoverato in psichiatria e denunciato per resistenza e lesioni. L’agente ha riportato ferite guaribili in circa dieci giorni. La posizione dello straniero è ora al vaglio dell’Autorità Giudiziaria. Per ora nei suoi confronti non è stato disposto l’arresto, anche se sono in corso accertamenti per stabilire la sua regolarità sul territorio italiano. 

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Sono in corso accertamenti per stabilire la sua regolarità sul territorio?!? Ma per favore, certi rifiuti umani andrebbero buttati in discarica!

  2. queste feccie umane andrebbero immediatamente espulse e rimandate nel loro paese anche se non vi sono accordi bilaterali. Nel frattempo ringraziamo il governo e tutti i sinistri indegni che lio proteggono. FINO A QUANDÒ….. LA MISURA È COLMA!

Commenta