Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 1 lug – Attimi di grande tensione e rabbia ieri a Roma davanti alla Stazione Termini, dove un immigrato di provenienza africana ha bloccato l’intenso traffico pomeridiano lungo via Giolitti. Le motivazioni del gesto sono sconosciute – magari anche lui voleva a suo modo unirsi alle proteste del Black lives matter e sottolineare il razzismo sistemico dei romani nel traffico? – ma il gesto è stato ripreso in un video finito sul famoso sito Welcome to favelas ed è immediatamente diventato virale.

Lo straniero, forse in balia dell’effetto di alcol o droghe, è stato ripreso mentre bloccava la circolazione dei veicoli in entrambi i sensi di marcia posizionando tre monopattini elettrici in sharing – ecco a cosa servono, quindi – sulla carreggiata, impedendo completamente il passaggio delle vetture, compresi taxi e mezzi di trasporto pubblico dell’Atac. Non pago, il ragazzone ha preso a inveire minacciosamente contro gli automobilisti e contro un uomo che cercava di convincerlo a liberare la strada per consentire il passaggio del traffico. Sullo sfondo, una colonna immane di veicoli strombazzanti, guidati da romani esasperati dai ritardi e dall’essere costretti ad aspettare i comodi dell’africano sotto il sole torrido del giugno capitolino.

A un certo punto, approfittando di una distrazione dello straniero, un conducente Atac è riuscito a rimuovere almeno uno dei monopattini dalla carreggiata, consentendo il passaggio di un autobus e scatenando la violenta reazione dell’immigrato che ha sferrato un pugno alla vettura Atac mentre questa era in movimento. Il Corriere della Città riferisce che la viabilità è stata ripristinata solo una decina di minuti dopo grazie all’intervento delle forze dell’ordine.

Cristina Gauri

5 Commenti

  1. TROPPA PAZIENZA ABBIAMO:
    ma non durerà a lungo,ancora….
    personalmente se mi capita una cosa del genere quando sono nel traffico…
    (e quindi quasi sempre,già rabbioso di mio)
    va a finire MOLTO male,e non per me.

  2. Monopattini, occupazione di suolo pubblico impropria e demenziale, dobbiamo poter camminare e buttarli in strada è lecito… Forse capiranno che devono portarseli sulla schiena! Senza volerlo il pirluscia tossico di turno ha anticipato i tempi.

Commenta