Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 15 gen – In fondo è l’unica corona a cui Harry avrebbe potuto aspirare, no? La catena di fast food Burger King lunedì ha scherzosamente offerto al principe Harry una delle sue famose corone di carta sui social media, pochi giorni dopo il reale britannico e sua moglie Meghan, la duchessa del Sussex, hanno annunciato l’intenzione di cercare la propria “indipendenza economica” lontani dai Windsor.

La presa in giro di Burger King

Burger King lunedì su Twitter ha scritto taggando il principe Harry: “Questa famiglia reale offre anche dei lavori part time!”. In fondo, la coppia gender fluid, politically correct e ambientalista (a fasi alterne) ha dichiarato la sua intenzione di “lavorare per diventare finanziariamente indipendente” e perseguire “cause caritatevoli”. Burger King ha rincarato la dose pubblicando un altro tweet, in cui sempre riferendosi ad Harry dice: “Hai sempre un lavoro nel nostro regno!” e di seguito il link alla pagina web del sito della catena di fast food che reindirizza all’invio di curriculum in base alle posizioni aperte.

Le mogli americane portano male

Ma Harry e Meghan si sa, rimangono umili anche se puntano in alto; pochi giorni fa Harry è stato investito da un’ondata di polemiche dopo che un utente social ha reso noto su internet un video che lo immortala nel corso della presentazione del remake de Il Re Leone . In questo filmato è chiaramente visibile come il principe tenti di raccomandare sua moglie Meghan per doppiare dei prodotti della Disney. Cosa che, a quanto pare, è poi avvenuta – anche se per beneficenza. In fondo, è già chiaro che la coppietta reale di finti ribelli ha già messo in piedi la Sussex Spa con l’intenzione di sfruttare al meglio la propria immagine – che bontà loro viene sempre dal prestigio dei Windsor … – per rendersi “indipendenti” finanziariamente, permettendosi di vivere in Canada e fare le morali al resto del mondo. In fondo Harry fa un po’ pena; come ha fatto notare il leader del Brexit Party Nigel Farage, prima di innamorarsi di Meghan era un giovane promettente e scapestrato. La storia (con la S maiuscola, ormai) insegna però che le americane non hanno mai portato bene ai reali inglesi, basti ricordare la parabola di Edoardo VIII, che abdicò dal trono di Gran Bretagna per sposare la divorziata yankee Wallis Simpson. Almeno, grazie a questo colpo di scena sarebbe diventata poi regina sua nipote, l’eterna Elisabetta II. Ora staremo a vedere …

Ilaria Paoletti

2 Commenti

  1. I due sussex-coglioni non hanno considerato che , essendo personaggi pubblici , la loro immagine
    può essere usata GRATIS …… e , non essendo più reali …. la corona NON li difenderà ,
    100 , 1.000 aziende …. con che danari fare causa ???

    Solo i disney-coglioni “forse” li foraggeranno ….. ma dopo 1 anno di sovraesposizione mediatica
    la loro immagine varrà ZERO ….

    Per le felpe et similia ….. un qualsiasi cinese può pagare il marchio alla “diciamo” regione ….
    e produrre low-cost in decine di migliaia di pezzi ,
    mi sa che la Yankee ha fatto fare al roscio una cazzata …. che renderà in futuro solo a lei .