Il fondo pensione è una soluzione con tantissimi vantaggi, aiutando i soggetti interessati a risparmiare per pianificare un futuro sereno. Ma non solo, perché veste un ruolo fondamentale nella protezione del patrimonio: come tutelarsi in caso di necessità?

Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere.

Che cos’è la protezione ordinaria

Quando si decide di sottoscrivere un fondo pensione, si pensa al futuro e alla tutela della propria famiglia nonché patrimonio. Lo strumento finanziario offre una protezione patrimoniale di altissimo livello durante tutte le fasi della vita contrattuale.

In linea generale il fondo pensione non può essere in alcun modo sequestrato o pignorato, infatti nessun creditore potrà mai rivalersi su questo patrimonio. Per avere una maggiore chiarezza in merito all’argomento, i consulenti professionisti di Rexpira mettono in evidenzia alcuni punti essenziali da conoscere.

Il divieto di pignorabilità della somma maturata è relativa alla fase di accumulo, ovvero il tempo che intercorre dalla firma del contratto al riscatto del capitale (totale o parziale). È bene evidenziare che l’importo dell’accredito potrà essere pignorato nei limiti del 1/5 dell’importo che viene percepito complessivamente quando:

  • Il beneficiario riscatterà la somma una volta maturata l’età della pensione;
  • Il beneficiario riscatta una parte della somma – 75%   – per spese sanitarie.

La somma è pignorabile senza alcun limite se il beneficiario, prima di raggiungere l’età della pensione, chiede un anticipo sino al 75% per acquistare la prima casa. Stesso discorso se richiede sino al 30% per esigenze personali: tutte gli anticipi sono pignorabili per legge.

E se un creditore procede al pignoramento del capitale in fase di accumulo, prima del riscatto? Una sentenza della Corte di Cassazione ha evidenziato che il Giudice interessato all’esecuzione è chiamato ad accogliere il pignoramento. Lo stesso obbliga l’Istituto gestore del Fondo Pensione a pagare il creditore 1/5 del capitale, dal riscatto del beneficiario.

In cosa consiste la protezione successoria

Tutte le posizioni non sono incluse all’interno dell’asse ereditario. Il diritto non viene acquisito per successione dagli eredi, ma iure come per un defunto andato in pensione. La scelta dei beneficiari può essere differente dagli eredi, anche se questi potranno agire in giudizio se la loro legittima viene lesa.

Un discorso molto delicato e complicato che dovrebbe essere discusso, insieme ai consulenti esperti, in fase di contratto o quando si presenta la problematica. Quando il beneficiario è un imprenditore, si comprende bene che la funzione del fondo pensione sia differente con versamento di importi importanti.

L’obiettivo primario è, senza dubbio, proteggere il patrimonio dai vari creditori e fare in modo che tutti gli eredi possano avere la cifra che gli spetta. Cosa fare in questo caso? L’imprenditore non dovrà riscattare il capitale accumulato lasciando che vada direttamente agli eredi, anche se rinunceranno all’eredità.

Anche i medici rappresentano una di quelle categorie che necessitano tutelare il patrimonio, preoccupati per possibili denunce da parte dei pazienti. Anche in questo caso, il fondo pensione rappresenta uno strumento di tutela personale e successoria. Rivolgersi sempre a professionisti del settore, così da avere le informazioni e le soluzioni che rispondano alla propria necessità personale.

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta