Roma, 6 giu – Siamo purtroppo abituati a leggere dati poco confortanti sull’andamento dell’economia italiana forniti dall’Istat. La matematica però, come noto, non è un’opinione e dobbiamo farci i conti, anche quando i conti sono drammatici. L’ultimo rapporto dell’Istituto nazionale di statistica rivela che in Italia 1 milione e 151 mila famiglie si ritrovano con due o più componenti senza lavoro né pensione.

I numeri sono sostanzialmente stabili rispetto al 2013, ma questo ovviamente significa che non stiamo affatto crescendo. Anzi, se guardiamo al dato del 2004, quando l’incidenza era al 4,8%, il quadro è piuttosto preoccupante visto che oggi si attesta al 7,9%. Le famiglie prive di reddito o pensione da lavoro sono più spesso quelle con un solo genitore con figli.

Stando sempre al rapporto Istat, in Italia aumenta il numero delle famiglie ma si riduce il numero medio dei componenti: nel 2018, si legge sul report dell’Istituto di statistica su famiglie e mercato del lavoro riferito al 2018, le famiglie formate da un solo componente sono 8.659.000. Ovvero oltre 2,4 milioni in più di quelle registrate nel 2004, quando erano 6.231.000. Dunque 33,39% delle famiglie sono single, mentre nel 2004 erano il 27,34%. A contrario poi di quanto si possa pensare, la gran parte delle famiglie unipersonali non è composta da anziani. Se guardiamo infatti a quelle composte da una persona tra i 15 e i 64 anni, sono 4,28 milioni.

Alessandro Della Guglia

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here