Il Primato Nazionale mensile in edicola

Kennedy e HitlerWashington, 23 mar – E’ stato messo all’asta il diario di gioventù di John Fitzgerald Kennedy, il più amato presidente degli Stati Uniti dai democratici americani e non solo. Memorie che hanno già iniziato a far discutere in patria, perché rivelano qualcosa di impensabile: la fascinazione per Hitler del giovane viaggiatore Kennedy. “Hitler emergerà dall’odio che lo circonda come una delle più significative figure che siano mai esistite”, scrive il futuro presidente degli States dopo aver visitato il Nido dell’Aquila. Che poi aggiunge: “Hitler aveva in sé la materia di cui sono fatte le leggende”.

Per gli storici che lo hanno analizzato il diario non sarebbe solo autentico, ma anche l’unico realmente scritto dal 35° presidente degli Usa. E la pagina 61, dove appunto parla di Hitler, sarebbe stata scritta durante l’estate del 1945, quattro mesi dopo la morte del Fuhrer. In quel periodo infatti, il ventottenne Kennedy stava facendo un tour europeo assieme ad un giornalista, dopo aver terminato il servizio militare a bordo di una nave nell’Oceano Pacifico.

La proprietaria del diario, Deirdre Henderson, già assistente di Kennedy ai tempi in cui il futuro presidente era senatore, ha rivelato di aver messo all’asta il diario per far conoscere le sue opinioni sulla politica estera e sulla sicurezza nazionale. Specificando che dal suo punto di vista: “Quando JFK scrive che Hitler ‘aveva in sé la materia di cui sono fatte le leggende’, parla al del mistero che lo circondava, non del male che ha causato al mondo”. Ma si sa, in ogni caso scripta manent. E soprattutto pecunia olet. Il valore del diario è stimato in 200 mila dollari.

Eugenio Palazzini

2 Commenti

  1. …chissà che agitazione nei salotti della Boldrinova e dei serbatoi di pensiero progressisti. Come tutti gli statunitensi è attratto dall’esagerato, ed Hitler lo era . E’ consolatorio che non abbia avuto la stessa ammirazione per Mussolini.

  2. Quell’anima bella di Kennedy ammirava il Führer?… Azz… non mi fa piacere. Da hitleriano quale sono, voglio l’endorsement solo dai cattivoni!

Commenta