Il Primato Nazionale mensile in edicola

Vienna, 8 mar – Un afghano di 23 anni è stato arrestato nella tarda serata di ieri per gli accoltellamenti avvenuti alcune ore prima nella zona del Prater, a Vienna, che hanno provocato il grave ferimento di 4 persone. L’arresto è avvenuto dopo un’imponente caccia all’uomo, che ha visto dispiegati ingenti mezzi della polizia.
Nella serata di ieri l’afghano ha estratto un coltello e colpito a caso, di fronte a un ristorante giapponese. In un primo momento ha accoltellato tre persone di uno stesso nucleo famigliare, madre, padre e figlia rispettivamente di 56, 67 e 17 anni, che sono tutt’ora in pericolo di vita. Il quarto accoltellamento è avvenuto in un secondo tempo, dopo che l’uomo si era dato alla fuga. A rimanere ferito un ceceno di 20 anni.
Secondo un testimone l’uomo ha cominciato a urlare, ed era completamente fuori di sé. Stando ad altre testimonianze riferite da alcuni giornali austriaci l’uomo mentre colpiva urlava “Allah! Allah!”. Era vestito di nero e dopo il primo accoltellamento avvenuto nei pressi dell’ingresso della fermata Nestroyplatz della metropolitana viennese, vicino al parco Prater, è fuggito in direzione Praterstern e lì ha colpito nuovamente. La polizia ha immediatamente transennato tutta la zona, invitando i cittadini a rimanere nelle loro case. Anche il traffico della linea U1 della metropolitana è stato interrotto per oltre mezz’ora.
Al momento la polizia conferma di aver fermato l’afghano 23enne anche se non si sbilancia parlando di terrorismo. Non è chiaro nemmeno se l’uomo fermato sia il responsabile solo del secondo attacco o se sia lui l’accoltellatore anche della famiglia fuori dal ristorante giapponese. La dinamica, infatti, sarebbe ancora da chiarire, così come le motivazioni degli accoltellamenti. Secondo alcuni non ci sarebbero stati apparenti motivi che hanno preceduto il primo accoltellamento. Secondo altri ci sarebbe stata una rissa, anche se la polizia non conferma quest’ultimo elemento.
Anna Pedri
 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Chissà come mai alla notizia ieri il 90% di noi, pur senza grosse informazioni sugli avvenimenti e gli interessati, ha pensato “sicuramente sarà un immigrato”…
    E chissà come mai ci ha azzeccato.

Commenta