Roma, 13 gen – Due uomini tra i 25 e i 34 anni sono rimasti gravemente feriti ieri mattina, poco prima delle ore 9, a Erfurt, capoluogo della Turingia. Le due persone sono rimaste vittime di un’aggressione da parte di estremisti di sinistra, presumibilmente appartenenti all’ambiente di Lina Engel della cosidetta Hammer Gang. Da quanto si apprende dalla stampa, polizia e istituzioni tedesche al momento sembrano giustificare l’aggressione, reputando l’attacco come “politicamente motivato”. in quanto le due vittime sembrerebbero far parte degli ambienti nazionalisti.

Aggrediti con asce dagli Antifa mentre andavano a lavorare

Giovedì mattina, 12 gennaio, in centro a Erfurt, otto persone a volto coperto e muniti di asce, manganelli e spray al peperoncino, hanno aggredito due uomini che si stavano recando al posto di lavoro. Le due vittime sono state ripetutamente colpite e hanno riportato gravi traumi alla testa e in altre parti del corpo. I due uomini sono stati immediatamente ricoverati nell’ospedale cittadino, dove tutt’ora si trovano, fortunatamente non in pericolo di vita. La zona è stata immediatamente recintata in modo che le forze di polizia potessero fare un’indagine accurata con l’ausilio anche di cani. All’attenzione degli inquirenti anche un video, filmato da un passante con il suo telefonino, che potrebbe aiutare nella ricerca degli aggressori.

Escalation di violenza antifascista in Germania

La scena estremista di sinistra sta’ diventando sempre più violenta in Germania. Soprattutto nell’area di Turingia e Sassonia, ricordiamo che nella primavera dello scorso anno ci sono stati vari attacchi simultanei nei negozi di abbigliamento Thor Steinar dove, proprio ad Erfurt, è stata aggredita una commessa dello store con manganelli e spray al peperoncino. “Abbiamo più volte avvertito della crescente ondata di violenza di sinistra – dichiarano i militanti della destra tedesca in risposta al tentativo di giustificare le aggressioni da parte di stampa e istituzioni – Tuttavia si sente sempre e solo dire che il pericolo più grande viene da destra”.

Ancora una volta, quindi, ci si trova di fronte a un dramma che ha come vittime coloro che parlano di nazione e la pensano diversamente dallo stato tedesco. Lo stesso stato che, come avviene anche in Italia, continua a coccolare e finanziare i vari movimenti Antifa tedeschi, fingendo che questa vergognosa ondata di violenza sia solo frutto di divergenze politiche tra bande.

Fulvio Cobaldi

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta