Il Primato Nazionale mensile in edicola

aggredito deputato di Alba DorataAtene, 20 nov – Si trovava in un centro commerciale del quartiere Marousi a nord di Atene per prendere un caffè, quando una trentina di esponenti della sinistra antagonista greca lo hanno aggredito con spranghe e spray al peperoncino. A subire l’aggressione Giorgio Germenis, deputato di Alba Dorata, che insieme al poliziotto di scorta in borghese ha provato a difendersi come poteva. “Avevano chiaramente intenzione di uccidermi”, ha dichiarato successivamente Germenis, a testimonianza del clima di terrore che l’estrema sinistra ellenica ha instaurato in Grecia dopo la vittoria di Tsipras.

Dalle altre forze politiche non è arrivata nessuna condanna all’aggressione, né parole di solidarietà nei confronti del deputato del terzo partito di Grecia. Nonostante il grande consenso elettorale riscosso infatti, Alba Dorata continua a vivere nel più completo isolamento istituzionale. Poche settimane fa si è svolta la cerimonia in ricordo di Giorgos e Manolis, i due militanti di Alba Dorata brutalmente assassinati nel 2013 da un commando dell’estrema sinistra. Da allora il clima non sembra migliorato per le forze identitarie in Grecia, come testimoniano le continue aggressioni e le inchieste giudiziarie ad orologeria.

(In questo video successivo all’aggressione il deputato Germenis spiega le dinamiche dell’aggressione)

https://www.youtube.com/watch?v=z4ekPHt6ikk

Davide Romano

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta