Roma, 19 gen — Passeggiare con il cane immersi nel verde, staccare dalla frenesia dei ritmi lavorativi, riconnettersi con la natura… finché il cane sbuca dai cespugli con un fallo di gomma tra le fauci. Altro che rametti, altro che pigne: è quanto accaduto all’utente Twitter Manuel Barcia, che si è visto recapitare «in dono» dal proprio esuberante golden retriever un voluminoso sex toy lasciato da chissà chi tra l’erba di un parco cittadino. Lo avranno perso, o solamente gettato? Difficile a dirsi.

Il cane ritorna con un fallo di gomma in bocca

Il fatto è successo Horsforth, nel West Yorkshire in Inghilterra, ed è stato reso noto dallo stesso Barcia in un post su Twitter, corredato da doverosa, grottesca fotografia, che si è guadagnata la giusta dose di viralità. Intervistato da Daily Star, ha raccontato: «Ahsoka si è allontanata e l’ha trovato nell’erba alta. Quando è tornata, non potevo crederci», ha riferito al giornale. «Ho riso per cinque minuti abbondanti prima di ricompormi e andare a toglierglielo in qualche modo. Ho pensato che avrei dovuto toglierglielo dalla bocca, cosa che non mi piaceva molto» per più che evidenti motivi.

Non voleva mollare la presa

Per evitare di toccare con le proprie mani il fallo di gomma «Ho tirato fuori i croccantini e l’ho convinta a metterlo giù per non doverlo prendere. Poi l’ho agganciata al guinzaglio e ce ne siamo andati rapidamente.. Credo che sia ancora lì nell’erba da qualche parte». Aspettando il prossimo cane goloso in cerca di bastoncini «particolari». «Non era molto contenta che l’avessi costretta a lasciarlo indietro. Non voleva lasciarlo andare». E per fortuna, sottolinea lo stesso proprietario, «avevo lasciato mio figlio a scuola solo 10 minuti prima». Il che ha evitati a Barcia di dovergli fornire un’imbarazzata spiegazione.

Aldo Milesi

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta