Roma, 2 gen – Gufate e allarmismi a profusione. Se davvero volessimo incaponirci – in preda al masochismo – a leggere tutte le dichiarazioni degli esperti, sprofonderemmo nel panico più totale. La boccata di aria rassicurante arriva invece dal Sudafrica, là dove la variante Omicron è stata rilevata per la prima volta a fine novembre scorso. “Tutti gli indicatori suggeriscono che il Paese ha probabilmente superato il picco della quarta ondata“, si legge in un comunicato della presidenza sudafricana in cui viene annunciata la revoca di alcune misure restrittive, tra le quali il coprifuoco notturno. La “variante sudafricana” sta quindi già allentando la morsa in Sudafrica? Pare proprio di sì, quantomeno è meno peggio del previsto.

Nel Sudafrica di Omicron crollano già i contagi

“Un aumento marginale del numero di morti è stato osservato in tutte le province”, precisa la nota. Nel dettaglio i nuovi contagi sono crollati di circa il 30% la scorsa settimana rispetto a quella precedente, passando da 89.781 a 127.753. Non solo, in Sudafrica sono diminuiti sensibilmente anche i ricoveri ospedalieri (in otto province su nove). Questo perché “sebbene la variante Omicron sia altamente trasmissibile, i tassi di ospedalizzazione sono stati inferiori rispetto alle ondate precedenti”, fanno sapere le autorità della nazione africana.

Non vi sono certezze chiaramente, ma è possibile che questa nuova variante sia l’ultimo assalto all’arma bianca del Covid. Una sorta di blitz imprevisto ma in un certo qual modo fugace. “La velocità di questa variante è stata sbalorditiva. Picco in quattro settimane e declino precipitoso in altre due“, scrive infatti su Twitter Fareed Abdullah, del South African Medical Research Council. Di conseguenza “le strategie di contenimento non sono più necessarie”, fa sapere un portavoce del governo. Tutto questo nel Paese più colpito del continente africano, con 3,5 milioni di contagi e 91mila morti. Adesso “cerchiamo di trovare un equilibrio tra la vita della gente, i mezzi di sussistenza e la necessità di tutelare le vite umane”, dice il ministro sudafricano Mondli Gungubele.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Io non sono molto dolce di sale con i catastrofisti, ma vi voglio solo ricordare che in Sudafrica stanno vivendo la stagione calda.
    Noi la fredda.

  2. “Meravigliose” le odierne immagini riportate, anche via satellite, da RaiNews24 dal Sudafrica: i negri senza mascherina con dietro i bianchi con la mascherina !!

Commenta