Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 dic – Se Papa Francesco purtroppo non stupisce mai e anche a Natale ci ha propinato come di consueto un sermone sulla necessaria accoglienza degli immigrati, Boris Johnson continua a sorprendere tutti. Dal premier britannico era prevedibile attendersi un messaggio natalizio incentrato su Brexit e futuro del Regno Unito, e invece ecco un discorso che sarebbe auspicabile sentire soprattutto da un Pontefice. “Oggi vorrei ricordare quei cristiani che in tutto il mondo vengono perseguitati. Molti di loro il giorno di Natale lo passeranno probabilmente in una cella di una prigione. Da primo ministro, è qualcosa che vorrei cambiare”, ha dichiarato Johnson in un video pubblicato su Twitter il giorno di Natale.

Mostriamoci solidali con i cristiani ovunque, difenderemo il tuo diritto di praticare la tua fede“, ha detto il primo ministro britannico. Certo, Johnson non ha voluto mostrare solidarietà soltanto nei confronti dei cristiani perseguitati, ha deciso pure di esprimere massima vicinanza alle forze dell’ordine del Regno Unito e si è detto solidale anche con gli ebrei che subiscono discriminazioni. Persone e storie diverse, argomenti senz’altro delicati e che si prestano a varie considerazioni in un momento delicatissimo per la storia della Gran Bretagna.

Ma è indubbio che il suo primo discorso di Natale da premier, Johnson lo abbia voluto incentrare in modo particolare sulla questione dei cristiani che vengono perseguitati per la loro fede. “Chiunque tu sia, ovunque tu sia, e comunque tu stia celebrando, trascorri un felice Natale”, ha detto il primo ministro di Londra.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Grandissimo Boris!!Finalmente qualcuno che rivendica un po’ di giustizia anche per i cristiani mentre il politically correct non fà che promuovere le altre religioni e dà continuamente addosso ai cristiani definendoli spesso retrogradi,conservatori, con preti pedofili, etc. Altro elemento da combattere per il mainstream in mano alla dittatura finaziaria occulta,che crea in forma privata ed esentasse il denaro che usiamo, è l’uomo bianco cristiano.Questo è visto come patriarcale, violentatore,femminicida, colonizzatore , sfruttatore,razzista etc,. E’ evidente la volontà di demolire le figure maschili nelle varie nazioni per conquistarle definitivamente e per togliere ogni autonomia e diritti alle famiglie

Commenta