Marine Le Pen celebrates at a Front National rally after the presidential election first roundParigi, 31 mar – Il grande sconfitto è François Hollande, il vincitore formale è il centrodestra dell’Ump, il vincitore reale è Marine Le Pen.

Il secondo turno delle municipali francesi conferma la disfatta per i socialisti, che a parte Parigi perdono praticamente ovunque. Le cifre fornite dal ministro dell’Interno Manuel Valls sono impietose: “Dieci città di oltre 100.000 abitanti passano da sinistra a destra – ha precisato Valls – così come 40 comuni fra i 30.000 e i 100.000 abitanti” e 105 “fra i 9.000 e i 30.000 abitanti”.

I risultati percentuali danno l’Ump al 45,91% a livello nazionale, contro il 40,57% dei socialisti e il 6,84% del Front National. La Le Pen, tuttavia, correva solo in 600 comuni sui 36.000 effettivamente al voto e per le Europee si aspetta uno score decisamente differente.

Il Front National ha conquistato il sindaco in 13 città, tra cui quattro grandi centri: Béziers, Hayange, Villers-Cotterets, Beaucaire e Camaret-sur-Aigues e Fréjus. Il suo record storico era di quattro sindaci: Orange, Marignane, Toulon conquistati nel 1995 e Vitrolles nel 1997.

Importante anche il successo frontista di Stéphane Ravier, che ha conquistato il settimo distretto di Marsiglia, il più popolato della città e con larga presenza di immigrati.

Le Pen, su France 2, ha dichiarato: “Da oggi siamo il terzo grande partito nel Paese. Alle Europee il Front National arriverà in testa. Il nostro partito arrivava dal 2008 con 60 consiglieri municipali, stasera ce ne sono 1.200 o 1.300 eletti, sono 10-15 città che consentiranno al Fn di dimostrare quello che siamo capaci di fare”.

Giorgio Nigra

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here