Il Primato Nazionale mensile in edicola

Parigi, 24 lug – E’ rivolta in Francia contro il Green Pass: centinaia di manifestazioni hanno animato il Paese. L’appello a protestare è circolato sui social dopo il discorso di Emmanuel Macron sull’estensione del “pass sanitario” all’ingresso in ristoranti e persino cinema.



Francia, rivolta contro il Green Pass

A Parigi, alcune centinaia di manifestanti hanno preso parte a una manifestazione non autorizzata in Place de la République nel primo pomeriggio. I manifestanti hanno percorso Boulevard Saint-Martin dove  sono però stati fermati dalla polizia. La folla cantava: “libertà”, “libertà” e ci sono state alcune tensioni con le forze dell’ordine. In diverse occasioni, secondo quanto riporta anche Figaro, la polizia ha usato gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti.

Black Brain

Le manifestazioni nel resto del Paese

Sempre a Parigi, negli stessi istanti, si teneva un’altra manifestazione contro il Green Pass, questa volta autorizzata, che ha riunito centinaia di persone provenienti da tutte le parti della Francia in Place de Clichy, a nord della capitale. “Contro la dittatura”, “contro il lasciapassare sanitario” sono gli slogan più usati dai manifestanti. Altre manifestazioni contro il Green Pass hanno avuto luogo in diverse città della Francia. Secondo le stime della polizia più di 7.800 manifestanti sono scesi in piazza in tutto il Paese, di cui 1.200 a Montpellier, 1.000 a Marsiglia, 800 ad Annecy e 720 a Rouen. A Tolosa, in mattinata, si è tenuto un piccolo raduno degli onnipresenti gilet gialli. A Nantes, in particolare, la manifestazione è stata teatro di alcuni scontri piuttosto accesi e la polizia ha usato nuovamente i lacrimogeni contro i manifestanti.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

9 Commenti

  1. Quello del G.P. è un business pazzesco che coinvolge i passatori di tutto il mondo e le locali, “micro” realtà sono nulla a confronto!

  2. Anche in Italia dovremmo fare lo stesso. Organizzarsi e andare a protestare.. questo dobbiamo fare. Ma con forza.. non 4 gatti. La dittatura, se il popolo non si farà sentire, sarà sempre più potente. In Italia si parla delle stesse cose: “non solo” di seguire il metodo francese. C’è anche chi dice “non seguiamo l’esempio francese” ma allarghiamo l’uso del Green Pass(Gelmini?) che praticamente significa quasi la stessa cosa.. detta con parole diverse. Sempre un allargamento dell’uso del Green pass è…(già sbagliato e liberticida come è adesso)
    Non esiste proprio.. non deve essere permesso.

  3. Sono perfettamente d accordo. Purtroppo però, a differenza di quanto accade nei paesi che con noi confinano, NOI IL GREEN PASS LO DESIDERIAMO. O meglio….lo accetteremo senza fiatare.Vedi MARIO1232016….prova ad osservare come va in giro la gente all’aperto, in bici, mentre fa jogging, quando è in auto da sola. Non dico tutti, ma moltissimi con la mascherina fin sopra il nasino (pur potendone fare a meno già da marzo). Ora…secondo te, un popolo così pecorone, che è diventato più realista del re….sarà dell idea di andare a fare a cognate con i poliziotti?

Commenta