Il Primato Nazionale mensile in edicola

Parigi, 22 dic – Il ministro dell’Agricoltura francese, Julien Denormandie, lancia un appello al “patriottismo gastronomico” per le festività natalizie. Il ministro ha chiesto ai cittadini di concentrarsi sui prodotti locali, per sostenere gli agricoltori e allevatori francesi in questo momento di grande difficoltà: “Cerchiamo di fornire un aiuto giusto”, ha detto ai microfoni di France Inter.

“Patriottismo gastronomico” per Natale

“Non sarà necessariamente sufficiente”, dice Denormandie, ma insiste: “Mi appello a questo patriottismo consumistico e al patriottismo gastronomico”. In Francia, causa Covid, i ristoranti sono stati costretti a chiudere e questo, un po’ come da noi, ha messo il settore dell’agricoltura e dell’allevamento in grande difficoltà. Il ministro francese ha quindi messo in evidenza come il governo ha messo a disposizione aiuti a questi settori per un miliardo di euro.  “Per il settore del vino, ad esempio, sono più di 250 milioni di euro”, dichiara Denormandie.

La “crisi” del foie gras

Allo stato, il settore del foie gras sembra essere quello più colpito, poiché è vessato sia dai blocchi che dall’influenza aviaria. Secondo quanto riporta Denormandie,  “sono 9 le aziende agricole ad essere colpite maggiormente” dall’aviaria “con un grande focolaio nelle Landes”. “Non è trasmissibile agli esseri umani, non vi è alcun rischio nel consumare uova, anatra, pollo”, rassicura il ministro.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Vivessi in Francia mi nutrirei volentieri dei loro prodotti, ma non certo del foie gras! Basta sapere come viene prodotto…

Commenta