Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 22 nov – “Heil Trump, heil our people, heil victory!”. Si è concluso così il discorso di Richard Spencer alla conferenza del partito National Policy Institute (Npi), svoltasi al Ronald Reagan Building di Washington, per celebrare la vittoria di Donald Trump. E la platea ha acclamato il leader del movimento Alt-right (destra alternativa) salutandolo a braccia tese, come si può notare nel video diffuso dalla rivista statunitense The Atlantic.





“I media dominanti – ha detto Spencer – o forse dovremmo riferirci a loro con il termine originale tedesco, Lugenpresse, non è solo che sono di sinistra e cornuti, non è solo che molti sono genuinamente stupidi, è che uno si domanda se queste persone siano davvero delle persone, o invece dei Golem (chiaro il riferimento alla figura antropomorfa dell’immaginario ebraico) senza anima, animati da un potere oscuro”.

Il leader di Alt-Right ha poi rincarato la dose: “Non siamo destinati a vivere nella vergogna, nella debolezza e nella disgrazia, a implorare per l’approvazione morale delle creature più disprezzabili che abbiano mai popolato il pianeta; noi siamo destinati a prevalere, perché questo è normale e naturale per noi”. Secondo Spencer l’America “era, fino alla scorsa generazione, un Paese bianco, progettato per noi e i nostri posteri. È la nostra creazione, la nostra eredità e ci appartiene” ha concluso Spencer, salutato dalle braccia tese dei presenti.

Eugenio Palazzini

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. sarebbe come definire la Nouvelle Droite un partito, o l’Institut Iliade…
    ad ogni modo il video è estremamente parziale e si presta a facile ironia, sul web si trova per intero l’intervento di Spencer e i video degli interventi

Commenta