Trump trans bagniWashington, 23 feb – “Offensiva di Trump contro la comunità Lgbt”, “Trump cancella i diritti”, “Trump contro i transgender”. E’ una levata di scudi generale quella suscitata dalla decisione del neo presidente Usa di far andare gli studenti al bagno secondo il proprio sesso di nascita e non secondo “l’identità di genere”. La norma era stata introdotta da Barack Obama e prevedeva la possibilità per gli “studenti transgender”, di poter utilizzare il bagno scolastico in base al sesso a cui più si sentivano di appartenere. Gli oltranzisti dei diritti in ogni caso ora parlano di eredità di Obama “violata”, con il timore che questo “attacco ai diritti civili” di Trump possa estendersi anche ad altri provvedimenti della passata amministrazione, come la legalizzazione delle nozze gay.

A comunicare la decisione agli istituti scolastici è stata il ministro dell’Istruzione, Betty DeVos, in una lettera che si apre con le parole “caro collega” e in cui si spiegano le politiche dei singoli stati Usa e conseguentemente dei distretti scolastici. La decisione è stata partorita non senza conflitti, visto che proprio la ministro dell’Istruzione sembrava non essere molto d’accordo con la norma “anti transgender”, mentre a spingere in particolar modo, oltre allo stesso Trump, sarebbe stato il “falco” Jeff Sessions, ministro degli Interni sembra, secondo quanto riportato dalla propaganda Lgbt e media liberal, non troppo favorevole ad ogni “progresso” nel campo dei diritti di gay, lesbiche e trans.


Ovviamente puntuale come un orologio svizzero è arrivata la condanna delle associazioni Lgbt, di difesa dei diritti civili etc, che accusano il presidente di non aver mantenuto il proposito espresso in campagna elettorale, ovvero di non intervenire minimamente nel campo dei “diritti umani”. Tutto sommato, a chi scrive, l’idea di andare al bagno secondo il proprio sesso di nascita e non secondo “l’identità di genere”, sembra solo un provvedimento di buon senso.

Davide Romano

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here