viktor orbanBad Staffelstein (Baviera), 24 set – Sulle politiche immigratorie Viktor Orban non ci sta e attacca direttamente Angela Merkel. Il primo ministro ungherese, ospite in Baviera, ha duramente criticato l’atteggiamento della Germania sulla questione dell’accoglienza. “La cosa più importante è che non ci sia un imperialismo morale. Non metto in dubbio il diritto della Germania di definire dei requisiti morali, in particolare su se stessa. Possono decidere se accogliere tutti i profughi o nessuno, ma questo deve essere obbligatorio solo per loro“, ha spiegato Orban in conferenza stampa congiunta con Horst Seehofer, governatore del land e membro della Csu, lo stesso partito della cancelliera.

Il riferimento è alla quota di 120mila immigrati che l’Unione Europea, Germania in testa, sta cercando di riallocare da Italia e Grecia verso gli altri paesi. Orban ha già fatto sapere da tempo che l’Ungheria – insieme ad un fronte di altre nazioni dell’est – non è disposta a piegarsi supinamente ai diktat di Bruxelles: “Siamo ungheresi, non possiamo pensare come i tedeschi. L’Ungheria deve avere il diritto di controllare l’impatto dell’immigrazione di massa”, ha poi aggiunto in occasione del summit Ue tenutosi sempre ieri, criticando anche l’uso vago dei trattati: “Abbiamo Schengen, che è un accordo firmato da tutti, che dice chiaramente come fare a difendere i confini, è un obbligo, devo rispettare Schengen e ristabilire l’ordine. Se non seguiamo le regole, tutta l’Ue piomba nel caos”.

Roberto Derta

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here