Roma, 16 feb – Sergio Mattarella ha ricevuto al Quirinale l’ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset che, dopo essere stato richiamato a Parigi, è tornato ieri all’aeroporto di Fiumicino con un aereo di linea.
In tale contesto l’ambasciatore gli ha anche recapitato una missiva di Emmanuel Macron: conterrebbe l’invito a compiere una visita ufficiale in Francia. Mattarella ha accettato l’invito e ringraziato.

Nel corso di un incontro con i giornalisti presso Palazzo Farnese, Masset ha dichiarato: “Il presidente della Repubblica Macron e tutti i ministri del governo francese che ho incontrato in questi giorni di consultazioni a Parigi mi hanno ribadito quanto sia importante per loro la relazione tra Francia e Italia“. Ha anche aggiunto: “Non neghiamo che ci siano divergenze o dei disaccordi su dei temi, ma tutto si può affrontare nel dialogo e nel rispetto reciproco. Siamo pronti a lavorare su tutti i temi nell’interesse dei nostri due Paesi”.

Esprime la propria soddisfazione per questo incontro Nathalie Loiseau, il ministro francese per gli Affari europei. Altrettanta contentezza è stata rivelata per la presa di distanze di Luigi Di Maio da Christophe Chalencon  (uno dei leader dei gilet gialli che il vicepremier aveva incontrato dieci giorni a Parigi insieme ad altri rappresentanti della lista Ric).
La Loiseau affida il proprio appagamento ad un tweet in cui scrive: “Sana condanna del comportamento del signor Chalencon da parte di Luigi di Maio. Dobbiamo ritrovare la relazione di amicizia e rispetto reciproco, all’altezza della nostra storia e del nostro destino comune”. A questo fa seguito un altro intervento su Twitter in cui il ministro francese ribadisce l’invito a Parigi formulato dal presidente francese Emmanuel Macron al presidente italiano Sergio Mattarella.

Ilaria Paoletti

Commenti

commenti

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here