Londra, 3 apr – Momenti di vera e propria ilarità, qualche giorno fa, quando la premier Theresa May ha dato lettura al Parlamento inglese della missiva inviata all’Ue con la quale la Gran Bretagna attiva l’articolo 50 per avviare formalmente l’uscita del paese dal consesso comunitario.

https://www.youtube.com/watch?v=3XxrAoYKaB4

Sangue di Enea Ritter

Una lettera farcita di retorica, a tratti quasi ironica. Come ad esempio nel passaggio con il quale la May riconosce che “oggi più che mai il mondo ha bisogno dei valori liberali e democratici dell’Europa“. Concetto vago, classica frase di circostanza e che scatena il riso incontrollato di tantissimi parlamentari, tale da costringere la premier ad interrompere il suo intervento. Lei stessa, in deroga al suo classico aplomb britannico, trascinata dalle risate e rendendosi forse conto del velato sarcasmo involontariamente messo nella frase, fatica a rimanere seria.

 

3 Commenti

  1. L’UE resta la più fetente dittatura che menti criminali abbiano partorito nell’ultimo secolo. Con un Parlamento che non legifera, l’UE resta un regime dove sono stati calpestati i principi più elementari di democrazia, dove la finanza senza regole sta distruggendo diritti acquisiti dal mondo del lavoro, in anni e anni di lotte sindacali. Il peggiore Nazismo, il più nefasto Comunismo sarebbero mille volte migliore di questa orrida dittatura della finanza senza regole. Distruggiamo questo mostro prima che sia troppo tardi.

  2. odio e amore per i Britannici…
    non si lavano il culo nè la patata dopo essersi recati in bagno
    ma rimangono un gran popolo.

    PS
    si dice che l’omaggio di Winston Churchill ai Parà della Folgore ad El Alamein fosse apocrifo;se fosse così, forse nella sostanza ma non credo affatto nel suo pensiero:

    “Dobbiamo davvero inchinarci davanti ai resti di quelli che furono i leoni della Folgore…”

    ed ancora BBC:

    “Gli ultimi superstiti della Folgore sono stati raccolti esanimi nel deserto. La Folgore è caduta con le armi in pugno..”

Commenta