Il Primato Nazionale mensile in edicola

Parigi, 31 ago – «Vivo nel presente, non sono legato al passato, me ne frego di ciò che capiterà domani». Tenendo fede ad una delle sue frasi più celebri, Gerard Depardieu è stato «pizzicato» ubriaco alla guida del proprio scooter in un quartiere centrale di Parigi. Lo riferisce Sputniknews, spiegando che la polizia francese ha fermato l’attore, arcinoto per i suoi comportamenti anticonvenzionali e decisamente sopra le righe, dopo che questi aveva commesso un’infrazione del codice stradale, passando col semaforo rosso. Gli agenti, che in un primo momento non avevano riconosciuto la celebrità, gli hanno chiesto di seguirlo in commissariato. Notando il conclamato stato di ebbrezza di Depardieu lo hanno sottoposto ad alcol test, che ha dato un risultato positivo e ha mostrato un eccesso del limite di 0,25 milligrammi per litro di aria espirata.

Il protagonista di Cyrano è stato riconosciuto dagli agenti solo quando si è tolto il casco da motociclista. L’attore ha detto alla polizia di aver bevuto un paio di birre prima di uscire. Dapprincipio, le forze dell’ordine avevano pensato di chiudere un occhio nei confronti dell’attore: il commissario della squadra di pattugliamento e sicurezza aveva infatti contattato gli agenti di pattuglia chiedendo di «di non redigere il verbale contro il signor Depardieu». E’ bastato però un secondo round all’alcol test – che ha dato un risultato ben maggiore del primo, di 0,40 milligrammi per litro di aria espirata – per convincere la polizia a fare marcia indietro. E il verbale è stato compilato.

L’amore per la Russia di Putin

Lo scooter è stato posto sotto sequestro, l’attore è stato portato via dal commissariato da amici. Depardieu ha dichiarato alle forze dell’ordine di preferire la Russia e Vladimir Putin alla Francia. E questo già era noto: dal 2013, infatti, l’attore ha rinunciato alla cittadinanza francese per ribellarsi alle leggi fiscali introdotte da Hollande (che aveva definito all’poca «una piccola merda»). E il 3 gennaio del 2013 Putin gli ha consegnato il passaporto russo. «Non sto solo avendo un’avventura con la Russia – aveva detto qualche tempo fa – la amo davvero. Quando sono all’estero, mi sento un vero russo». E che dire delle sue simpatie per Putin: «È un uomo molto intelligente. Ed è una persona indipendente», spiega. «Il popolo russo gli è riconoscente perché con lui ha ritrovato una dignità che aveva perso».

Non è certo la prima volta che Depardieu si mette alla guida in stato di ebbrezza alcolica. Nel 2013 un tribunale francese aveva condannato l’attore al pagamento di una multa di 4mila euro per guida in stato di ebbrezza sospendendogli la patente per sei mesi.

Cristina Gauri

2 Commenti

  1. non entro nel merito della guida da ubriaco…
    che secondo me dovrebbe essere SEMPRE sanzionata pesantemente,altro che soglia:
    e poi questa idea della soglia di ubriachezza è una imbecillità pura e semplice:
    c’è sempre chi sbaglia a calcolare l’effetto di quello che beve,
    oppure che esagera senza nemmeno accorgersene
    oppure quello che “ma si,un’altra birretta…cosa vuoi che sia,sono cento chili,sicuramente sono sotto”
    è tutto sbagliato:
    DEVE PASSARE IL MESSAGGIO,che se
    devi guidare…
    NON DEVI BERE,punto.
    la tua soglia deve essere ZERO.
    e non perchè sei pericoloso o meno,ma perchè deve passare la mentalità che sei alla guida di un mezzo che può uccidere se sbagli:
    e quindi devi essere LUCIDO.

    detto questo…
    non posso che approvare quello che dice depardieu:
    la nostra democrazia è chiaramente in putrefazione…
    non sei più libero di fare niente (nemmeno in casa tua)
    senza chiedere un permesso,
    pagare una tassa,adempiere a leggi e obblighi.

    se centomila norme,centinaia di carte e decine di funzionari hanno potere di veto,di limitazione o obbligo di consulenza su qualsiasi cosa tu voglia fare,
    fosse pure una deiezione in un bosco o a casa tua,nel TUO bagno
    (che deve essere costruito a norma di legge)
    TU NON SEI LIBERO.

    è ora che noi italiani…anzi,noi europei ci svegliamo,e ci decidiamo a tagliare le migliaia di teste
    di questa mostruosa idra burocratica,che è responsabile di quasi tutto quello che non funziona in questo paese,
    e LIMITA GRAVEMENTE, la vita e la felicità di ognuno di noi.

Commenta