Municipales 2014 Marine MarseilleParigi, 6 dic – Doveva esserci l’ondata lepenista e, a giudicare dagli exit poll appena usciti circa le elezioni regionali francesi, le previsioni sarebbero state rispettate. Il Front national si confermerebbe infatti in testa in sei regioni su 13, oltre a essere di gran lunga il primo partito di Francia con il 29,5%. Sempre in termini di score generale, i Repubblicani di Nicolas Sarkozy seguirebbero con il 27% e i socialisti sarebbero ancora dietro con il 23%.

Stupisce soprattutto l’ampiezza con cui il Front national viene dato in vantaggio in alcune regioni: in Nord-Pas-de-Calais-Picardie, dove Marine Le Pen in persona è candidata alla presidenza della regione, la fiamma tricolore blubiancorossa avrebbe addirittura ottenuto il 42,1%. Sempre secondo le prime stime Marion-Maréchal Le Pen è accreditata prima al 41,2% al primo turno delle elezioni regionali nella regione Provence-Alpes-Cote-d’Azur. I socialisti sarebbero in vantaggio in Aquitania e Bretagna, la destra di Sarkozy in Normandia e Loira, in Corsica – dove l’affluenza è stata altissima – si registrerebbe un sostanziale pareggio tra la sinistra e una lista regionale.

Il segnale, per la politica francese, è forte e chiaro. A nulla è valsa, quindi, l’alzata di scudi di destra moderata e sinistra, oltre agli appelli all’antifascismo dei giornaloni democratici e del leader degli industriali transalpini. Appelli che, al contrario, hanno confermato all’elettorato la presenza di una confederazione oligarchica e trasversale di élite sganciate dal popolo, unite in una santa alleanza contro l’unico partito realmente popolare oggi in Francia.

Ora non resta che attendere i risultati definitivi e poi proiettarsi verso il secondo turno: la linea Maginot di destra e sinistra unite fermerà ancora una volta l’accesso al potere (locale, stavolta) del Front national oppure l’ora di acquisire crescenti responsabilità di governo è finalmente giunta per Marine Le Pen?

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here