Hasan RohaniRoma, 20 Gen – Sarà un’occasione per incontrare i paesi europei che ci sono sempre stati amici, ha dichiarato il presidente iraniano, Hassan Rohani, annunciando il suo imminente viaggio nel vecchi continente.
Un tour europeo che inizierà proprio dall’Italia e che vedrà il leader iraniano impegnato in colloqui di altissimo livello sia istituzionale sia economico, dalle prime indiscrezioni sull’agenda del viaggio si parla di incontri con le imprese per creare occasioni di investimento in Iran alla luce della rimozione delle storiche sanzioni e un incontro con il Papa.

Il 25 e il 26 Rohani sarà a Roma a parlare di cooperazione economica e sviluppo presentando un mercato ricchissimo, quello iraniano, in forte espansione nei settori dell’industria, nucleare in primis, e delle energie rinnovabili, campo in cui il Bel Paese potrebbe dire la sua vista la grande esperienza e l’avanzamento delle tecnologie sviluppate.


Il Presidente Rohani ha anche bisogno di attrarre capitali esteri nella Repubblica Islamica considerato l’ambizioso piano di crescita basato su un incremento annuo dell’otto per cento, promesso anche in campagna elettorale.
Il leader non ha risparmiato una stoccata al rivale, economico e non solo, saudita dicendo di aver “ sentito qualcuno esprimere rincrescimento per la prossima soluzione dei problemi economici dell’Iran, non sono certo parole da buon musulmano”.Iran-Italey FM News Conference

Di fatto un Iran libero dalle sanzioni e con una oculata guida economico politica che ha addirittura promosso lo sviluppo di un settore privato nel paese da sempre sottosviluppato fa paura ad una Arabia Saudita in piena crisi economica e politica alle prese con la crisi siriana e in lento distacco dagli Usa.

Il precedente viaggio di Rohani in Europa era stato bloccato dai tragici fatti di Parigi, quella in cui atterrerà, infatti, il presidente iraniano sarà una Roma “super-blindata” stretta tra Giubileo “Flop” e allarme sicurezza.

Alberto Palladino

Commenti

commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteKoksal Baba, il nano turco che picchia tutti è la nuova star dei social
Prossimo articoloIraq, Isis distrugge il più antico monastero cristiano (già vandalizzato dagli americani)
Alberto Palladino
Nato a Roma, classe 1987. Studia Scienze storiche e cooperazione internazionale all’università Roma 3 e da qualche anno ha iniziato a percorrere la strada professionale del reporter. Fino ad oggi, nonostante le difficoltà che incontra chi lavora in questo settore da indipendente, è riuscito a coprire alcuni degli scenari di crisi più importanti di questi ultimi anni provando a raccontare, fra gli altri, la secessione in Ucraina e la guerra antiterroristica in Siria. Collabora con importanti testate nazionali e straniere. Ha realizzato reportage dal Kosovo, embedded con la missione italiana, dall’Azerbaijan e dai luoghi di eventi importanti e tragici come gli attacchi di Parigi. Ha collaborato alla realizzazione di progetti umanitari con la onlus Solidarité Identités e la onlus Popoli in molti dei Paesi da cui poi ha scritto per questa testata: Kosovo, Birmania, Siria. Ha viaggiata nella Siria devastata dal terrorismo scattando foto e aiutando i bisognosi, sublimando al massimo la sua vocazione. Per il Primato Nazionale anima la redazione esteri e propone i suoi scatti fotografici per far aprire gli occhi ai lettori, perché è persuaso che nel mondo di oggi non è più sufficiente guardare, bisogna vedere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here